Tradition and Tension: Contemporary Art in Asia
http://www.nyu.edu/pages/greyart/exhibits/asia/page2.htm

Se credete ancora che l'arte asiatica si esaurisca in qualche tempio disperso nella foresta o in qualche prodotto artigianale, non potete rinunciare a una visita a Tradition and Tension: Contemporary Art in Asia. La mostra si è svolta nel 1996, anticipando di qualche anno il boom dell'arte contemporanea indocinese, di cui si parlerà molto anche durante la prossima biennale di Venezia. La versione online della mostra non è particolarmente complicata, ciononostante rappresenta una rapida introduzione visiva alle creazioni degli artisti provenienti soprattutto dalla Cina, dalla Tailandia, dalle Filippine e dalla Corea: passando in rassegna le immagini dei lavori, ci si accorge di quanti stereotipi pensino ancora sui paesi orientali. Non aspettatevi nessuno scenario alla Indiana Jones: gli artisti orientali di oggi assomigliano sempre di più ai loro cugini americani e grazie ai loro video, alle installazioni e alle loro performance si sono già conquistati le gallerie più importanti del mondo.

 

Michael H. Goldhaber
What is the Price of Art in Cyberspace?

http://www.heise.de/tp/english/inhalt/kolu/2397/1.html

Il consumo dell'arte in Internet pone una serie di interrogativi sul futuro del collezionismo e del mecenatismo: chi possiede realmente le immagini destinate a circolare liberamente in rete? E come raggiungere il prestigio senza passare attraverso i canali consueti delle gallerie e dei musei?
Sono questi alcuni degli interrogativi sui quali riflette Michael Goldhaber, autore che già da qualche anno (in particolare dal 1997, quando Wired pubblica il suo primo saggio) lavora sui sistemi economici introdotti da Internet. La sua tesi è ormai nota a chi si occupa di teoria digitale: l'economia di Internet non si fonda sui prodotti o sul possesso, ma sull'attenzione degli spettatori dispersi nel mare di dati della rete. Partendo da questi presupposti, Goldhaber ha scritto un breve saggio pubblicato da Telepolis (rivista online tedesca di altissimo livello) in cui si presentano gli artisti e i collezionisti del futuro. Attraverso l'economia dell'attenzione, Goldhaber ha cercato di dare un senso anche allo scandalo Clinton e alla guerra nel Kosovo, e si consiglia quindi di dare un'occhiata agli scritti contenuti nello sterminato archivio di Telepolis.

 

Indietro Avanti