Territorio

Flora

Fauna

Link

Info


 
 
 
Presentazione | Come raggiungere il parco | Percorsi ciclabili e equestri| Percorsi pedonali| Pubblicazioni  
Parco della Valle del Lambro - Percorsi pedonali

Grotte di Realdino
foto: Uscaratese

Il Parco Valle Lambro offre diversi itinerari percorribili a piedi:


Itinerario 1
: da Canonica Lambro ad Agliate
Il percorso inizia a Canonica Lambro e termina ad Agliate.
Dopo il ponte sulla strada per Macherio, imboccando il sentiero denominato sentiero ecologico, si risale il corso del fiume Lambro per circa 10 chilometri.
Oltre a ville, cascine e alla magnifica basilica di Agliate, che sicuramente merita una visita approfondita, sono da segnalare le grotte di Realdino, singolare formazione geologica di origine calcarea.

 

 

Uno dei siti di reintroduzione nel Rio Pegorino
foto: parco Valle del Lambro

Itinerario 2: nella valle del Rio Pegorino e Cantalupo
Questo percorso permette di apprezzare la natura incontaminata di queste due valli, che si avvalgono della denominazione di siti di interesse comunitario (Sic).Il percorso inizia a Canonica Lambro e si snoda lungo sentieri sterrati.
Si cammina per circa due ore, in mezzo a boschi di robinia, carpini, farnie, ontani e frassini, costeggiando il Rio Pegorino.
In alcuni punti il ruscello deve essere guadato ma l'operazione non presenta particolari difficoltà.
A breve saranno disposti all'interno del percorso dei pannelli didattici relativi a un interessante progetto del parco relativo al ritorno del gambero di acqua dolce (Australopotamobius pallipes).
La sopravvivenza del crostaceo è messa in pericolo dalla competizione con le specie esotiche del gambero rosso della Lousiana e del gambero americano, dalla minore resistenza a malattie specie-specifiche e maggiore sensibilità a inquinanti ambientali.
La valle del Rio Pegorino, in virtù delle sue qualità naturalistiche, è stata scelta dalla Comunità europea come sito adatto per la conservazione della specie attraverso interventi di ripopolamento.


Itinerario 3: nel Parco di Monza
Questo itinerario propone una passeggiata all'interno del Parco di Monza per ammirarne le bellezze naturalistiche e architettoniche.

---------------------

Parco di Villa Borromeo d'Adda (Arcore)
La villa, esempio di recupero del barrocchetto teresiano della fine del XIX secolo, sorge su una collinetta e domina il parco. Al momento è inutilizzata e in stato di degrado. Il parco invece è ben tenuto e si estende per circa 30 ettari.
Per raggiungere il parco, di proprietà comunale dal 1980, è sufficiente seguire le indicazioni per il municipio che si trova al suo ingresso. Una bacheca illustra la storia del parco, nato nel 1840.
All'interno si trovano presenze arboree pregevoli, un laghetto che sarà presto sottoposto a recupero per richiamare l'avifauna e una vasca rettangolare, usata forse un tempo per l'atterraggio degli idrovolanti.
Il parco è percorso da sentieri ciclopedonali, percorsi vita e aree picnic attrezzate.
Sono ammessi i cani solo al guinzaglio o con museruola e si richiede la rimozione dei loro escrementi.

Il parco è aperto tutti i giorni dalle ore 8 alle 18 in inverno e dalle ore 8 alle 19 in estate.

---------------