+
   
   

 

Dall'Africa...

Nel cuore dell'Africa, e precisamente sulle sponde del lago Vittoria, ci accompagna una guida di eccezione: un ricercatore olandese, Tijs Goldschmidt, autore del libro Lo strano caso del lago Vittoria. Diario di viaggio, romanzo, saggio di divulgazione scientifica: è difficile classificare questo volume, ma è certo che la lettura è spesso esilarante e la vicenda raccontata porta a guardare con occhi diversi la presenza degli occidentali in questo sconfinato paese. Per saperne di più, potete leggere un ampio percorso dedicato al libro nell'archivio di erewhon. http://erewhon.ticonuno.it/arch/1999/campus/vittoria/vittoria.htm

Ancora sull' Africa, ma in altri luoghi e altri tempi, un libro reso famoso anche dalla versione cinematografica interpretata da Robert Redford e Meryl Strepp. Avrete già indovinato che stiamo parlando de La mia Africa, di Kareen Blixen. Alle pendici del monte Kenia, nelle zone dove ora possiamo visitare i grandi parchi, la scrittrice visse a lungo (dal 1914 al 1931), gestendo una grande azienda agricola destinata a essere venduta, dopo la crisi del suo matrimonio. Protagonisti del libro gli occidentali arrivati nel continente per fare fortuna, figli cadetti delle grandi famiglie europee, ma anche la popolazione locale. Sulla Blixen potete visitare il sito dedicato alla sua casa museo, in Danimarca:
http://www.karen-blixen.dk/

Non romanzi, ma piuttosto biografie e racconti di viaggio, sono i titoli in bibliografia di questo articolo dedicato a Sir Richard Burton. Conosciuto da molti come esploratore e scopritore delle sorgenti del Nilo, Sir Richard Burton è anche il traduttore del Kamasutra e delle Mille e Una Notte. Insomma un personaggio, su cui la storiografia ufficiale continua a interrogarsi, cercando di classificarlo alternativamente tra le avanguardie della colonizzazione europea in Africa o tra coloro che, capendo la ricchezza delle culture "non ufficiali", contribuirono alla loro diffusione. Mentre i turisti ripercorrono le sue strade, quando non sono insanguinate dalle guerre, e le sue traduzioni sono continuamente riproposte dal mercato editoriale, il dibattito continua. Come si può vedere nell'articolo che vi proponiamo, tratto da The Journal of African Travel-Writing. Tutto ovviamente in inglese.
http://www.unc.edu/~ottotwo/burton.html


Come un esploratore del secolo scorso, ma con intelligenza e sensibilità contemporanee, possiamo leggere il diario di viaggio di Gianni Celati, Avventure in Africa edito da Feltrinelli.
Nell'archivio di erewhon alcune pagine:
http://erewhon.ticonuno.it/arch/rivi/narrare/celati.htm

Grandi suggestioni di lettura ci arrivano poi dal lungo saggio pubblicato su Effe, la rivista delle librerie Feltrinelli, Africa! di Maria Paola Guarducci e Giovanni Nucci. Moltissimi gli autori segnalati, dai più noti come Tahar Ben Jelloun (Marocco), Doris Lessing (ex Rodhesia), Léopold Sédar Senghor (Senegal), Nadine Gordimer (Sudafrica), Naghib Mahfuz (Egitto), a quelli che ancora stentano ad essere riconosciuti e tradotti in Italia
http://www.zivago.com/effe/guarducci.html

Sempre da Effe ci arriva poi l'ironico articolo di Isabella Camera D'Affitto, Noti d'Oriente, sulla letteratura in lingua araba, dal Maghreb (l'Occidente arabo) al Mashreq (l'Oriente arabo). "Che cosa sappiamo delle letterature in lingua araba? Quello che filtra dai giornali e dalle scelte degli editori. Spesso però vengono tradotti non gli scrittori migliori, ma quelli che più corrispondono ai nostri stereotipi culturali e politici. Ecco, invece, quali sono gli autori che contano davvero fra l'Atlantico e il Golfo Persico." http://www.zivago.com/effe/camera.html

Chi volesse approfondire la conoscenza delle problematiche storiche e sociali di questo continente, a partire anche dalla sua letteratura, può leggere questo lungo saggio di Pietro Deandrea L'Africa tra storia e letteratura. In questo caso il libro non è più un silenzioso compagno di viaggio per i momenti di attesa, o per rilassarsi in una camera d'albergo. Diventa un testimone, a volte scomodo, delle varie facce di un paese difficile e complesso
http://www.comune.torino.it/cultura/intercultura/5/5b11a3.html

Per chiudere questa pagina di indicazioni di libri sull'Africa ci affidiamo a un grande viaggiatore, Bruce Chatwin, che con Il Vicerè di Ouidah ci porta nel Dahomey, sulle tracce di un miliardario schiavista arrivato alla Costa degli Schiavi nel 1800.
http://www.url.it/adelphi/ouidah.htm



Avanti