+
   
   


Spiagge catalane
Manuel Vazquez Montalban, Tatuaggio, Feltrinelli

Primo dei romanzi in cui compare l'investigatore Pepe Carvalho, si apre su una delle spiagge di Barcellona, dove una

"ragazza dal corpo dorato si tuffò dal pattino e l'uomo olivastro e calvo diede alcune bracciate decise per avvicinarla, osservare il suo ritorno in superficie, sorprendere il luccichio della carne umida spruzzata dall'acqua e dal sole".

Questa scena da cartolina estiva si tinge di giallo quando i due incappano nel cadavere orredantemente deturpato di uno sconosciuto, che ha come unico segno di riconoscimento un tatuaggio sulla spalla: "Sono nato per rivoluzionare l'inferno".
Coinvolto nell'inchiesta, Carvalho muoverà i suoi passi tra Amsterdam, l'Aja e Rotterdam, seguendo le tracce dell'uomo su una pista di droga ma anche sulle note di una vecchia canzone che gli riecheggia in testa: quella che deve trovare è una donna capace di passione, rabbia e idealismo tali da dare un senso alla frase scolpita sulla pelle dello straniero.
Nel suo viaggio sorvola la Costa Azzurra, confrontando "quella speculazione razionale di piccoli paradisi con quella forsennata delle coste spagnole", arriva nell'amata Amsterdam dove incrocia un brandello del proprio passato, e chiude il cerchio ritornando al punto di partenza. Strada facendo scoprirà tanti tasselli di una vita bruciata, affari più squallidi del traffico di droga e un movente più terribile.
Stanco e deluso dagli uomini, ripercorre le sue Ramblas e attraversa il porto su una chiatta, osservando "i vecchi che pescavano con la canna mezzo svestiti, con una trascuratezza funzionale imposta dal sole cocente", fino a giungere all'ora giusta "in un luogo splendido per consolare lo stomaco".

Fuggendo dalle spiagge inquinate di Barcellona, a Carvalho si propone la scelta tra le altre spiagge della Catalogna.

"Dalle parti di Castelldefels o di Garraf tira sempre un vento insopportabile."
"Andiamo a Nord. Che ne pensi di Caldetas?"


Garraf si trova nelle immediate vicinanze di Barcellona, in direzione sudovest, ai piedi del massiccio del Garraf. Vento a parte, ha un suo fascino grazie al territorio selvaggio che la circonda, che offre la possibilità di escurisioni a cavallo o a piedi lungo i sentieri montani.
Questo sito in lingua spagnola fornisce alcuni itinerari.
http://www.ribes.org/galeria/excursions/


Nella stessa direzione, Castelldefels dispone di una delle spiagge più attrezzate della Catalogna e offre numerose attrattive culturali e naturali: dal castello medioevale alle chiese romaniche. In questo sito, storia, monumenti, itinerari nella zona, eventi culturali.

http://www.castelldefels.com/ingl/menuin.htm

Per scoprire la città di Barcellona, i quartieri e i ristoranti preferiti dal protagonista, vedi, sempre nei Viaggi di Url, A Barcellona con Pepe Carvalho

Per un viaggio letterario in Catalogna, un sito con brani d'autore collegati da link ipertestuali e consigli di viaggio per verificare di persona le loro impressioni.
http://pie.xtec.es/~evicioso/index.htm

Avanti