+
   
   

Per "lupi di faro"
In acque
americane

I fari, al di là della loro indiscussa utilità, sono costruzioni affascinanti e suscitano domande irrisolte. A secondo che li si avvisti dall'acqua, li si raggiunga dalla terraferma o li si osservi una volta toccate le loro mura, ci si chiede se siano creature della terra, promanazioni del mare o slanci dell'uomo verso il cielo. Comunicano un sentimento ibrido: testimoniano l'ingegno dell'uomo di fronte alla natura ostile e allo stesso tempo gli ricordano la sua assoluta fragilità, preservabile a costo di astuzie e stratagemmi. Visti dall'esterno fanno sentire immensamente soli, immaginati al loro interno suggeriscono intimità e protezione. Hanno una doppia vita: statica e tradotta in mura tangibili di giorno, dinamica e trasformata in luce intermittente di notte.

Se li amate e state progettando un viaggio negli Stati Uniti, includeteli nel vostro percorso.
Editoriale Domus presenta uno splendido tour dei fari della costa americana atlantica, costruiti negli ultimi duecento anni. Le tappe sono ventidue, con costruzioni di tipologie diverse, da Portland Head Light Station nel Maine a Sand Key in Florida.

Ma se preferite costruire da soli l'itinerario, una visita al sito del Lighthouse Heritage, incluso nel Maritime Heritage Programm, permette di visionare l'inventario dei fari americani, con fotografie degli edifici e informazioni sui tipi di lenti in uso.

Un altro sito utile per raccogliere notizie storiche è Lighthouses, Lightships & Aids to Navigation, che contiene informazioni relative ai materiali impiegati (legno, in uso nel 1700 deperibile e soggetto a incendi, pietra, mattoni, acciaio, cemento) e alle tipologie costruttive ricorrenti (per esempio su fondamenta interrate, su piloni di sostegno, posizionati sulla terraferma o in mare).

Un viaggio a parte riguarda i "fari d'acqua dolce", ovvero quelli che punteggiano le coste dei laghi Superior, Michigan and Huron. La raccolta di Seeing the Light segnala almeno duecento fari, ognuno corredato di una scheda descrittiva che ne racconta la storia, con agganci alla realtà produttiva, economica e sociale locale, e ne descrive le caratteristiche tecniche. Riguardo all'aspetto tecnico, in "The Fresnel Lens" si trova una spiegazione sui metodi di illuminazione utilizzati a partire da metà del diciottesimo fino alla rivoluzionaria invenzione delle lenti di Fresnel, ancor oggi in uso. Altre informazioni sulle luci sono comprese nella sezione Miscellany, che ospita anche un glossario da consultare per orientarsi nella terminologia di settore, e le istruzioni per i gestori dei fari. Nei link utili, invece, sono inseriti siti di Bed & Breakfast locali, associazioni che si occupano della preservazione dei fari e di promozione turistica.

Segue