"Le Carozze che si usano nella Luna..."
http://www.ukans.edu/~sma/morghen/morghen.htm

Prima di diventare un viaggio senza dubbio esclusivo, ma praticabile, quello sulla Luna era forse più richiesto e inevitabilmente affidato all'immaginazione e alla capacità di scrittori e artisti di stimolarla. Uno splendido esempio è costituito dalle tavole della "Raccolta delle cose più notabili vedute dal cavaliere Wild Scull, e dal signor de la Hire nel lor famoso viaggio dalla Terra alla Luna..." di Filippo Morghen (prima edizione Etchings, ca. 1764-72).

Nel sito dello Spencer Museum dell'Università del Kansas (http://www.ukans.edu/~sma/) troviamo notizie sulle circostanze e sul clima culturale in cui furono realizzate le tavole per William Hamilton, un inglese accreditato presso la corte di Napoli e un breve saggio su Morghen.

Ma soprattutto possiamo aggirarci tra popolati paesaggi lunari ottimamente riprodotti: "Le Carozze che si usano nella Luna e che vanno alla vela" (qui nell'immagine), "Zucche che servono d'abitazione per garantirsi dalle fiere", "Un Selvaggio montato sopra un Serpente alato che combatte con una fiera somigliante ad un Porco"