Murales ebrei del Salento
http://www.medea.clio.it/ebrei/

Zivi Miller era un ebreo di origine polacca. Uno dei tanti scampati all'olocausto che nei due anni successivi alla fine della seconda guerra mondiale decisero di sostare in provincia di Lecce, precisamente a Santa Maria al Bagno.

In quegli anni questo borgo, una località balneare del versante ionico del Salento, divenne una sorta di trampolino da cui membri della comunità ebraica spiccavano il salto verso la nuova patria, Israele. Qui il signor Miller conobbe quella che poi divenne la compagna della sua vita. E proprio con il suo aiuto realizzò dei murales che oggi sono ospitati in un'abitazione ormai pericolante.

Il sito, oltre alle immagini dei murales in questione, ospita una petizione che si può sottoscrivere per richiedere la salvaguardia e il recupero degli stessi. Inoltre si offre come punto di riferimento per far reincontrare, almeno in rete, gli oltre centomila profughi che in quegli anni del dopoguerra sostarono e vissero a Santa Maria al Bagno.