Dai viaggi dei pellegrini al Grand Tour
http://www.criad.unibo.it/galarico/ZANASI/viaggi/index.htm



Dedicato a tutti i viaggiatori, reali o virtuali, nello spazio e nel tempo, questo sito, curato da Fabia Zanasi, è uno spaccato della storia del turismo in Europa: turismo religioso, d'istruzione, di formazione, ma anche viaggio motivato dal desiderio di avventura.

Nel corso dei secoli si delineano le diverse fisionomie del viaggiatore, ossia la sua formazione culturale, la sua collocazione sociale, le aspettative e finalità. In base a queste, variano le mappature dei percorsi: gli itinerari dei pellegrini si discostano, anche se non sempre, da quelli dei mercanti o dalle tappe privilegiate dai giovani nobili e dagli studiosi. Allo stesso modo è il topos del viaggio a mutare: il viaggio come cammino, dipartita, allontanamento, iniziazione, come metafora della vita stessa dell'uomo.

L'Europa e l'Italia in particolare sono percorse da uomini che trasportano con sé la propria storia, alla ricerca di nuovi paesaggi reali o culturali. Ma non sono solo gli uomini a viaggiare: il sito dedica infatti una sezione alle prime donne turiste e ai consigli loro destinati da viaggiatori più esperti e preoccupati degli "svantaggi per la salute e anche per il decoro" in cui le signore possono incorrere.