TITOLO  

MetaMOOphosis
telnet://moo.hawaii.edu:9999


"Siete davanti alla casa di Gregor Samsa. Lui qualche giorno fa si è svegliato e ha scoperto di essere stato trasformato nottetempo in un insetto gigante. Pare voglia piovere. S'intravede un ospedale dietro la casa. Digitate 'enter' o 'in' per visitare la casa. Forse troverete una sceneggiatura e un costume che trasformeranno anche voi. C'è un guardaroba in anticamera che potrebbe contenere questi oggetti".

Che cosa vi sta succedendo? Nulla di strano, siete a teatro. Solo che ci siete andati senza allontanarvi dalla vostra scrivania e - questa volta - parteciperete personalmente alla messinscena. Non starete seduti al buio a spiare attraverso la quarta parete trasparente del proscenio le vite dei personaggi, ma potrete muovervi per la scena, intervenire, parlare con i personaggi e con gli altri spettatori. Senza vedere alcuna immagine. Senza sentire alcun suono. Perché questo è ATHEMoo e la pièce alla quale assistete/partecipate è The MetaMOOphosis, un esperimento di "teatro testuale" in rete ispirato alla Metamorfosi di Kafka. ATHEMoo è un ambiente virtuale (simile a un MUD - MultiUserDimension) per la performance, la ricerca e il dibattito, gestito da Juli Burk presso il server dell'università delle Hawaii. Per giungervi dovete usare un client telnet e connettervi all'indirizzo moo.hawaii.edu 9999. Giunti al foyer di questo teatro virtuale, digitate @go Kafka e verrete portati davanti alla porta dell'abitazione di Gregor Samsa. Da lì in poi, la mano passa a voi: esplorate, discutete, ascoltate e raccontate. Un'introduzione a MetaMOOphosis è a disposizione all'indirizzo http://www.vex.net/~rixax/Kafka.html. Per consultare una breve ma fondamentale guida ai MOO andate all'indirizzo http://www.teleport.com/~cdeemer/moo-begin.html. Per informazioni generali su ATHEMoo e per ottenere un alter ego con cui partecipare al MOO, scrivete a Juli Burk (burk@hawaii.edu)
.