TITOLO  
Houdini: una cronologia biografica
http://lcweb2.loc.gov/ammem/vshtml/vshchrn.html

La Library of Congress di Washington - si sa - è per la contemporaneità ciò che per il mondo antico era la biblioteca d'Alessandria: una raccolta immensa di informazioni, la più grande al mondo, tanto che William J. Mitchell l'ha definita "una Internet di atomi".

La navigabilità di questa immensa collezione di libri, periodici, film, fotografie, stampe, registrazioni sonore e materiali vari è stata un problema prima ancora che la Rete venisse inventata.

Proprio per questo uno dei servizi della Library è la creazione di "viaggi guidati" attraverso la propria sterminata riserva di informazioni: si tratta di pagine web che affrontano argomenti specifici collegando ogni riferimento a documenti conservati presso i fondi della biblioteca. Uno di questi viaggi bibliografici - davvero curioso - riguarda la vita e gli spettacoli del più grande illusionista di tutti i tempi, Henry Houdini. Si va da una cartolina inviata all'adorata madre quando il dodicenne Ehrich Weiss (questo il suo vero nome) fuggì di casa alle prime recensioni degli spettacoli di Houdini, dalle multicolori locandine delle sue emozionanti performance alle fotografie delle mirabolanti macchine sceniche che inventò (per tutte ricordiamo la Upside-Down Water Torture Cell) fino ai resoconti dell'ultimo, drammatico show nel corso del quale l'illusionista perse la vita. La pagina su Houdini e le ricerche bibliografiche sono curate da Joan F. Higbee, responsabile della Rare Book and Special Collections Division della Library of Congress.