TITOLO  

Una firma contro la barbarie
http://www.santegidio.org/it/pdm/adesione.htm

A questo indirizzo è possibile firmare l'appello contro la pena di morte della comunità di Sant'Egidio. Il testo dell'appello è consultabile a un'altra pagina del sito (http://www.santegidio.org/it/pdm/app.htm). Se a qualcuno restassero tuttavia dubbi sull'opportunità di esprimersi contro questo barbaro istituto giuridico, l'indirizzo giusto è quello del rapporto di Amnesty International sulle esecuzioni di innocenti (http://www.freeweb.org/volontariato/Mai_piu_esecuzioni/errori.htm).

I dati sono impressionanti: dal 1973 ben 74 detenuti americani in attesa dell'esecuzione hanno scampato la morte dopo che è stata provata la loro innocenza, ma quanti sono gli innocenti che sono invece finiti sulla sedia elettrica? Secondo valutazioni prudenziali, almeno 23 dei 700 detenuti giustiziati negli Usa in questo secolo erano innocenti. Ma potrebbero essere in realtà molti di più, visto che molti sono i detenuti che vengono condannati a morte senza aver potuto fare tutto ciò che potevano per dimostrare la propria innocenza. La maggioranza di coloro che finiscono nel braccio della morte sono infatti imputati poveri che non potevano permettersi una difesa efficiente o, ancora peggio, imputati poveri e di colore, esposti al rischio del pregiudizio razziale della giuria. Senza contare, aggiunge il rapporto di Amnesty International, l'uso frequente da parte dell'accusa di prove erronee, basate su testimonianze da parte di informatori del carcere che contrattano le loro deposizioni in cambio di sconti di pena.