TITOLO  

Così come l'atlante ci consente di viaggiare idealmente nello spazio, le carte storiche ci consentono di entrare nella dimensione temporale, visitando luoghi ormai perduti, di cui sono rimasti solo i segni. Il fascino delle antiche mappe assume sia una connotazione estetica riconducibile alla cura artistica, attenta ai particolari, che ha guidato la mano del cartografo, ma anche e soprattutto una connotazione concettuale nel momento in cui riesce ad esprimere la variabilità di un elemento, come il territorio, che siamo abituati (sempre meno) a considerare come immutabile. In rete si possono trovare esempi notevoli di antiche mappe, anche se non sempre risultano presentati in modo adeguato. La qualità dell'immagine spesso lascia a desiderare o la dimensione prescelta non consente di apprezzarne i dettagli. Nel sito proposto, sia l'uno che l'altro elemento sono stati considerati attentamente, tanto che per alcune mappe è possibile allargare ulteriormente la definizione delle diverse parti. Le mappe proposte sono una ventina e nuove mappe vengono aggiunte man mano che vengono acquisite. La collezione è quella della James Ford Bell Library ospitata dall'Università del Minnesota.