TITOLO  

Una mappa che non dovrebbe esistere
http://www.tuvpo.com/pri.html

Questa è una storia avvincente, che parla di un pirata turco del XVI secolo e della sua collezione di mappe.

La più incredibile di queste, rinvenuta nel 1929 a Costantinopoli e conosciuta come la Mappa di Piri Reis, riporta dettagliatamente i confini del Polo Sud, scoperto solo nel 1818. Non solo: sono indicate le sorgenti del Rio delle Amazzoni, nelle Ande, le isole Falkland e catene montuose che non potevano essere conosciute all'epoca.

Il mistero si addensa se si pensa che quello ritrovato sembra essere solo il frammento di una più grande mappa mondiale e un'annotazione a margine dice che le indicazioni sono tratte dalla mappa di Cristoforo Colombo, di cui Pini Reis sarebbe venuto in possesso grazie a uno dei marinai che avevano accompagnato nei suoi viaggi il navigatore genovese.

Tutti gli esperti che hanno esaminato la mappa l'hanno dichiarata autentica, ma nessuno sa spiegarsi quale civiltà possedesse la tecnologia e le conoscenze necessarie per tracciarla.