TITOLO  

Molti siti offrono, nella home page o in apposite pagine, schematiche mappe della propria struttura, per consentire ai visitatori di individuare le sezioni per loro più interessanti. Ma vi siete mai chiesti com'è la "vera" mappa di un sito disegnata dal webmaster che l'ha progettata? Qui troverete alcuni interessanti esempi di queste "geografie dell'ipertesto".

E se volete qualcosa di ancora più complesso ed esotico, potrete sbizzarrirvi cliccando sui link che portano da altre tavole di questo originalissimo "Atlante del cyberspazio": "Mappare il ciberspazio utilizzando metafore geografiche", questa Ŕ l'ambizione del gruppo di lavoro che ha creato il sito Altas of Cyberspaces. E infatti all'interno delle sue pagine troviamo una sorta di atlante storico della rete: le prime immagini risalgono al 1992 e raffigurano la diffusione di NSFNet dell'epoca.

E poi le mappe dei Matrix Information Directory Services (MIDS), una delle principali organizzazione dedite alla mappatura e all'analisi della geografia di Internet: particolarmente interessanti le mappe animate dette Internet Weather Report (IWR), che mappano dinamicamente le condizioni di Internet misurate sei volte al giorno sulla base delle latenze temporali di rete.

E poi ancora le visualizzazioni della topologia globale del MBone, le visualizzazioni geografiche in tempo reale del traffico in Internet (a cura dell'universitÓ dell'Illinois), mappe della collocazione geografica dei domini, dei flussi di Usenet a partire dal 1993 e molto altro ancora.

Ai patiti della realtà virtuale, segnaliamo in particolare una serie di mappe tridimensionali dei nodi della Rete (http://www.cybergeography.org/atlas/info_landscapes.html).