TITOLO  

L'esigenza di poter visualizzare le idee collettive, grazie ad una carta topografica del pensiero, sta alla base del progetto Self-Organizing Map (SOM). Il risultato è una vera e propria mappa di un newsgroup (comp.ai.neural-nets); una mappa dove si riconoscono i rilievi, le valli ed i crinali che legano i diversi concetti. La pertinenza degli argomenti trattati e la numerosità degli interventi definisce il peso delle diverse zone (identificabili in base alla colorazione e delimitate dalle classiche curve di livello). L'organizzazione della mappa è automatica e varia in funzione dei nuovi inserimenti; una volta entrati nel territorio del newsgroup, scegliendo uno dei nodi, si accede ad un maggior livello di approfondimento e, da qui si passa ai posts veri e propri. A ciascun livello ci si sposta verso i nodi vicini tramite una barra di navigazione che consente di procedere in diverse direzioni. Va detto che risulta molto più semplice vederlo che non spiegarlo. Si tratta di un esperimento intrigante nel quale l'oggetto rappresentato dalla mappa è costituito delle idee stesse che stanno alla base della sua costruzione. In pratica una rappresentazione autoreferenziale.