Spartacus, dall'antica Roma alla Guerra Fredda
http://chomsky.arts.adelaide.edu.au/person/DHart/Films/Spartacus.html


Spartacus uscì nelle sale nel 1960, prodotto da Kirk Douglas che ne fu anche l'interprete principale. Le riprese iniziarono sotto la direzione di Anthony Mann, ma poi emerse un forte dissenso fra lui e Douglas e il contratto si ruppe. Subentrò Stanley Kubrick e ne uscì un film che, per molti versi, appartiene alla storia del cinema.

L'autore del romanzo da cui il film era tratto, Howard Fast, era iscritto al Partito Comunista Americano; anche Dalton Trumbo, sceneggiatore, era uomo di sinistra. Certo, la storia vera - Spartaco fu veramente uno schiavo romano che organizzò una rivolta contro Roma intorno al 70 a.C. - si presta a una interpretazione in termini di lotta di classe. E il film, in più punti, sembra sottolineare questi parallelismi.

Nella pagina web che segnaliamo si troverà una raccolta di osservazioni su vari momenti del film e sui personaggi, osservazioni che sottolineano proprio le relazioni fra il soggetto e i temi politici. Nel 1960 si era usciti dai momenti più duri dello scontro USA-URSS; in anni precedenti, probabilmente, il film non sarebbe stato possibile. È probabile, anzi, che esso segnasse l'avvento di un clima meno teso.

Breve parentesi, del resto. Nel 1963 esplodeva la crisi dei missili a Cuba.