Brandon Teena, transessuale multimediale
http://brandon.guggenheim.org/title/JP2.html


Sito sperimentale di arte via Internet. Commissionato dal Gugghenheim Museum di New York, Brandon è un racconto per sole immagini elaborato da Shu Lea Cheang, artista multimediale. A tutto schermo appaiono (qualche minuto di attesa va messo in conto) una ventina di immagini quadrate. Scorrendole con il mouse cambiano di posizione. Si può giocare a costruire tanti puzzle. Sembra finita qui; invece, le composizioni cambiano e le soluzioni grafiche si moltiplicano. C'è una vaga storia che emerge da tutto il "racconto", quella di Brandon Lee, transessuale, a volte con tratti prevalentemente femminili, altre più maschili, in qualche caso infantili. La figura che si anima in questa pagina (anche a questa date il tempo di apparire) è proprio lui/lei.