Il fascino alieno dell'ornitorinco
http://www.geocities.com/CapeCanaveral/3499/ornitorinco.html

Per quanto bizzarro, il nome non rende giustizia all'aspetto, alla conformazione e alla storia di questo animale, che appaiono ancora più bizzarri, per non dire unici. L'ordine dei Monotremi, a cui appartiene l'ornitorinco, presenta infatti caratteristiche del tutto peculiari, come l'esistenza di un unico sbocco (cloaca) per gli apparati uro-genitale e digerente, la riproduzione a mezzo di uova (ma i piccoli vengono poi allattati), la presenza di un becco corneo analogo a quello degli uccelli e di ossa simili a quelle dei rettili e, per finire, una temperatura corporea variabile. Malgrado queste proprietà da puzzle evolutivo, gli zoologi classificano i Monotremi fra i Mammiferi, pur precisando che si tratta di un gruppo atipico, giunto fino a noi grazie alla particolari condizioni di isolamento garantite dal continente australiano. Un fossile vivente dunque? In un certo senso sì, e tuttavia questi animaletti non ci rivelano alcunché sulla conformazione dei mammiferi primitivi, dato che finora non sono stati trovati fossili che aiutino a interpretarne la filogenesi e l'eventuale relazione evolutiva con gli altri Mammiferi. Rinunciamo a sciogliere il mistero, e accontentiamoci di ammirare la galleria di immagini che il sito dedica a questi "alieni" infiltrati nella fauna terrestre.