Se un giorno, per caso, incontrassi una foca in difficoltà...


Certo, non sono cose che capitano tutti i giorni. Secono dati forniti dall'Unesco, nel 1996 c'erano solo 400 esemplari di foca monaca in tutto il mondo, di cui circa una metà nel Mediterraneo e l'altra nell'Atlantico.
Gli avvistamenti nel Mediterraneo riguardano le coste meridionali della ex Jugoslavia, le isole greche dello Ionio e dell'Egeo orientale, - dove ci sono le colonie pił consistenti - e lungo la costa turca. Colonie più ristrette sono presenti anche in nord Africa, mentre in Sardegna le foche non sono state pił viste da tempo.
In realtà, anche nei luoghi dove sono presenti, è molto difficile vederle e ancor pił cercare di filmarle, perché sono animali molto schivi e alla minima presenza si rifugiano sott'acqua.

Nel caso doveste incontrare una foca in difficoltà, comunque, vi torneranno utili questa pagine della Seal Conservation Society che forniscono le indicazioni fondamentali cui attenersi e gli indirizzi dei centri specializzati cui rivolgersi.

Se vi trovate in Grecia, potete contattare il centro di assistenza che si trova nel parco marino di Alonissos, nelle Sporadi meridionali. Il centro è gestito dalla MOM - l'associazione per la protezione della foca monaca in Grecia.

Oltre a quello di Alonissos, in Grecia ci sono altri centri specializzati nell'assistenza degli animali marini, tra cui l' Istituto di Biologia Marina di Creta.

Qui invece potete scaricare un documento del 1998 in formato Acrobat, che contiene gli orientamenti per la preservazione della foca monaca nel Mediterraneo, nel sito dell'International Marine Mammal Association (IMMA)