Energia dalle onde del mare
http://www.wavegen.co.uk



Gli impianti sono entrati in funzione a fine 2000, e i risultati sono già soddisfacenti. Siamo in Scozia, su una piccola isola, Islay, non lontano dalle coste occidentali. E' qui che si sta concretamente sperimentando una nuova tecnologia per catturare l'energia prodotta naturalmente dalle onde del mare che si infrangono sulla costa.
Il 50% della popolazione mondiale vive in aree che sono nell'arco di 60 km da coste marine e un impianto come quello di Islay è in grado di produrre energia elettrica per 300 case.

Il principio di base è piuttosto semplice. Le onde, con il loro "su" e "giù", possono funzionare come un pistone che spinge aria dentro un condotto. Anche se il movimento è molto lento, la massa d'acqua che si muove è sempre di svariate tonnellate, se l'impianto è disposto correttamente lungo la costa. La spinta esercitata, dunque, è enorme e l'aria esce dai condotti con grande forza, spingendo le turbine che generano l'elettricità.

Gli impianti non sono necessariamente costieri. Con piattaforme al largo si potrà raccogliere la spinta, ben più elevata, delle onde lunghe del mare. Nel sito che vi segnaliamo si trovano tutte le indicazioni sul progetto scozzese. Una sezione dedicata alle scuole (http://www.wavegen.co.uk/school.htm) contiene spiegazioni più divulgate del progetto.