home

CRONACHE 2003
artiste in mostra
(segnalazioni artistiche di Nadia Magnabosco e Marilde Magni dal marzo all'agosto 2003)

 
 

Salon Primo dell'Accademia di Brera
sino al 18 luglio

150 lavori delle studentesse e degli studenti di Brera
Museo della Permanente - via Turati - Milano
h. 10 - 13, 14,30 - 18,30, sabato e festivi 10 - 13,30
ingresso libero

Barbara Però, Ora di pranzo, 2003
"Ogni ora 1250 bambini muoiono di fame e di malattie connesse alla miseria. Meno del 20% della popolazione del mondo usa più dell'80% delle risorse. Buon appetito!"

(n.m)

_______________

E' in libreria l'ultimo libro dell'Altra Metà dell'Arte di Selene Edizioni:
Sonia Delaunay - La danza del colore di Marina Giordano

(n.m)

___________

Maria Lai
in "Llencos de aigua" con Antonio Marras
sino al 18 agosto
nella struttura di Lungomare Dante già conosciuta come ex Fuego di Alghero

(n.m)

____________

Georgia O' Keeffe
"Some memories of Drawings 1968"
Woodward Gallery, 476 Broome St., New York
sino al 31 luglio


10 disegni di Georgia O'Keeffe esposti per la prima volta.

(n.m.)

_________________

Lesley Dill

Poem dress of circulation, 1994
National Museum of Women in the Arts - Washington
" A Ten Year Survey"
July 11, 2003 - September 14, 2003

Pittrice, fotografa, scultrice e altro ancora, questa eclettica artista newyorkese presenta il suo lavoro degli ultimi 10 anni al museo delle donne di Washington. Nata nel 1950, Dill esamina nelle sue opere la funzione del linguaggio e la sua relazione con il corpo. Particolarmente interessante la relazione che stabilisce con le parole di Emily Dickinson, le cui opere la Dill conosce solo nel 1990, quando la madre le regala i poemi della scrittrice che ispireranno e influenzeranno radicalmente tutto il suo lavoro successivo. Figure femminili, collane e abiti - pensati come confine emozionale fra il corpo e l'universo e visti in parallelo con le parole - sono spesso al centro della sua ricerca che è anche ricerca dei materiali naturali con cui realizzarli, come carta di riso, crine di cavallo, the, carbone.

(n.m)

____________

Antonietta Raphaël
Matera, Chiese rupestre, Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci
Dal 5 luglio 2003

Le tre sorelle


Sono esposte cento opere dell'artista che illustrano l'intero arco creativo della Raphaël sia nel campo della scultura che della pittura.

(m.m.)

______________________

Janet Cardiff
Museo del Castello di Rivoli
sino al 31 agosto2003


"...è la prima retrospettiva italiana a lei dedicata. La sollecitazione a seguirla passo a passo nel suo percorso di voci, visioni e suoni, si estende per tutto il terzo piano del Museo, il più suggestivo e misterioso del Castello sabaudo. Le opere eposte, sempre originali e sempre diverse, allegerite e depurate fino all'impalpabilità dopo la fase culminante di un processo morboso, rivelano una straordinaria forza emotiva e soprattutto per le affascinanti sonorità, mobilitano tutta l'attenzione di chi le penetra."
Dall'articolo di Mirella Caveggia su l'Unità del 29 giugno 2003

vedi www.castellodirivoli.it

(m.m.)


__________________

Michal Rovner
Macro (testaccio), Piazza O. Giustiniani, 4 - Roma
sino al 17 agosto
Padiglione israeliano della Biennale di Venezia
sino al 2 novembre

Michal Rovner, nata nel 1957 a Tel Aviv e trasferitasi a New York nel 1987, lavora attualmente in entrambe le città ed è considerata una delle più importanti artiste israeliane contemporanee. Nel corso degli ultimi anni ha esposto in alcuni dei più importanti musei del mondo come la Tate Gallery di Londra, il Museum of Modern Art di New York, il Los Angeles County Museum of Art, e le è stata dedicata una grande personale l'anno scorso al Whitney Museum di New York.
Attualmente rappresenta Israele alla Biennale di Venezia. Al Macro l'artista presenta l' installazione ambientale "Arena", composta da tre proiezioni. "Le due laterali mostrano una miriade di figure umane, scarnate e private della loro identità specifica, nel gesto schematico ed enigmatico del saluto o dello scandire. La proiezione centrale, per terra, mostra una interminabile scena di lotta fra un uomo e un orso, "incorniciata" da una serie di figurine umane, anch'esse svuotate da ogni forma specifica, anzi trattate come una specie di segno-scrittura, come ideogrammi di un particolare linguaggio." L'inserto culturale del Sole-24 Ore del 29 giugno le dedica un articolo a firma Gabi Scardi.

(n.m)

____________


Louise Bourgeois

Segnaliamo l'articolo "Louise Bourgeois: il coraggio di attendere"di Donatella Franchi sulla rivista Via Dogana, giugno 2003.

"...con una pazienza quasi "feroce", si costruisce un linguaggio capace di accogliere in sé tutta la varietà delle innovazioni introdotte dalle donne nell'arte del novecento, a partire dalle artiste delle avanguardie della prima metà del secolo fino alle pratiche artistiche del femminismo degli anni settanta, di cui aveva anticipato già dagli anni quaranta, i temi e le modalità. Il suo è quello che io chiamo il coraggio di attendere, attendere chi sarebbe stata/o in grado di comprendere le sue scelte, rimanendo fedele a se stessa e alla propria visione."

(m.m.)


_____________________

Bridget Riley
dal 27/6/03al 30/8/03
Green on red gallery - 26 Lombard Street - East Dublin
Irlanda

Illusione

L'artista inglese, una delle creatrici della Optical art, sarà presente quest'estate con una grande retrospettiva alla Tate Britain di Londra. In contemporanea, a Dublino, sarà possibile visitare dal 27 giugno un'altra mostra dei suoi lavori. Anche in Italia è attualmente esposta una sua opera al Museo Correr, nell'ambito della mostra "Da Rauschenberg a Murakami, 1964 -2003" a cura di Francesco Bonami, alla Biennale di Venezia.

(n.m)


________________

CAROL RAMA
" Il rosso e il nero"


Carol Rama, Senza titolo,1978

7 giugno- 12 luglio 2003

Torino, galleria Carlina, piazza Carlo Emanuele 17/a

Una grande retrospettiva di Carol Rama , a cui è stato assegnato il Leone d'oro alla carriera alla 50/ma Biennale d'arti visive di Venezia, dedicata alle sue opere degli anni '60 e '70. In questi anni l'Artista inserisce nelle composizioni una serie di oggetti del quotidiano.

(m.m.)

___________________

SILVIA LEVENSON
"Piccolo Ulisse"


Silvia Levenson, Piccolo Ulisse, 2003


dall'11/04/2003 al 28/06/2003
mar_sab 14-18,

Bergamo, galleria Caterina Tognon, via San Tomaso 72
caterinatognon@tin.it


"Silvia Levenson compie un’ulteriore tappa nel suo percorso artistico da sempre indirizzato ad esplorare il mondo dell’infanzia, dei rapporti familiari, degli stereotipi legati alla condizione femminile ed umana in generale. Tre nuovi lavori di grande formato e come sempre realizzati con parti in vetro fuso, vanno a confermare una più recente linea di ricerca volta alla rappresentazione di ambienti e suggestioni in scala con il paesaggio umano contemporaneo.."



(m.m.)

_____________________

TINA MODOTTI
UNA FRAGIL VIDA

26 giugno-24 agosto 2003
Torino, Palazzo Bricherasio, via Lagrange 20

"Nell'ambito della mostra OAXACA TIERRA DE ARTE, la sezione fotografica, a cura della Fondazione Italiana per la Fotografia, presenta una selezione di circa 70 scatti memorabili di Tina Modotti (Udine, 1896 - Città del Messico 1942), figura leggendaria della fotografia mondiale......
E' difficile scindere la vita artistica della Modotti dalla sua esperienza esistenziale. A rendere importante la sua figura hanno contributio una serie di fattori che hanno trovato terreno fertile nella sua predispozione a vivere totalmente il periodo storico, le amicizie, i luoghi e la gente, non temendo di esporsi e senza lasciarsi vincolare dal suo essere donna. Si lascia incantare dalla fotografia a seguito dell'incontro con Edward Weston, amico e compagno per molti anni, e il Messico la vedrà protagonista attiva della sua storia rivoluzionaria a fianco della folgorante stagione degli artisti muralisti militanti come Diego Rivera e Siqueiros. L'arte deve essere a disposizione del popolo, per questo deve uscire dagli studi, dalle tele ed espandersi sui muri, l'arte deve raccontare la rivoluzione e la fotografia diventa uno straordinario mezzo di diffusione culturale.
La Modotti è il primo ed unico esempio di una vita in cui l'essere sociale, artistico e politico si fondono in un tutt'uno. Per questo nulla, meglio della sua vita, è in grado di descrivere il suo essere artista.
Un primo periodo a fianco di Weston, in cui prevale l'elemento estetizzante di alcune delle sue fotografie più importanti anche dal punto di vista tecnico: il romantico mazzo di rose, l'astrattezza totale dei bicchieri e del fascio di canne di bambù e gli intensi ritratti, la simbologia della lotta nella serie delle mani lascia il posto alle immagini più documentaristiche degli operai , delle donne e della povertà, apparse, come le precedenti, sulle più importanti riviste d'arte e d'avanguardia internazionali.
Dopo la lunga parentesi messicana inizia per la Modotti il periodo di forte militanza politica che la vedrà impegnata nel Soccorso Rosso soprattutto durante la guerra civile spagnola. Abbandonata la fotografia per l'impegno civile incontra personaggi del calibro di Robert Capa e David Saymour che da lì apochi anni fonderanno la grande Agenzia Magnum, ma Tiina è ormai distante da quel mondo, preferisce essere dentro ai fatti e per quei fatti muore misteriosamente in un taxi nella notte fra il 5 e il 6 gennaio 1942".
(a cura di Fondazione Italiana per la Fotografia in collaborazione con Cinemazero, Pordenone)

(n.m)

_________

Cecily Brown
dal 6 giugno al 7 settembre
Macro Museo d'Arte Moderna e Contemporanea
Via Reggio Emilia 54 - Roma

www.comune.roma.it/macro 

L'artista inglese Cecily Brown, poco nota in Italia ma una delle artiste più interessanti a livello internazionale, espone trenta dipinti sul tema del rapporto tra i sessi.

Black painting 2

                                                                        
  (n.m)

_________

 

Simona Bartolena

Arte al femminile

Electa - Milano 2003

Nel testo la critica dell'arte Simona Bartolena esamina le ragioni sociali e culturali che per secoli hanno ostacolato l'arte delle donne.Nella prima parte ripercorre i secoli che vannodal Rinascimento ai giorni nostri. La seconda si divide in temi iconografici e approfondisce alcuni momenti chiave del Novecento.

(m.m.)

__________

Marlene Dumas
dal 12 giugno al 25/9 a Venezia
Palazzetto Tito
San Barnaba Dorsoduro
h. 11-17 chiuso il martedì

Marlene Dumas presenta "Suspect", mostra di lavori recenti appositamente realizzati per gli ambienti di Palazzetto Tito, che può essere considerata la prima personale in un'istituzione museale italiana di questa interessante artista sudafricana che vive e lavora ad Amsterdam.

(n.m)

________________

Cindy Sherman
dal 3/6 al 25/8
Serpentine Gallery
Kensington Gardens
London

Untitled, 1990

(n.m)

 

_____________

 

Radiator Building-Night, New York,1927

E' in libreria

Georgia O'Keeffe, Memorie, Abscondita
(Collana "Carte d'Artista", pp.121, 16,00 euro)

Su ALIAS, supplemento settimanale de "il manifesto", del 31 maggio 2003 c'è una recensione di Lea Verginedi questo testo


(vedi il nostro Archivio di documentazione)

(m.m)

______________

 

E' stato pubblicato

Annette Messager
pudique, publique

Palazzo delle Papesse Centro Arte Contemporanea
Siena, 2002

E' il catalogo della mostra dell'artista francese tenutasi
a Siena, Palazzo delle Papesse
7 dicembre 2002 - 2 marzo 2003

(vedi il nostro Archivio di documentazione)


Mes voeux, 1988-1991

(m.m)

______________

Camille Claudel a Reggio Emilia
dal 15 giugno al 31 agosto

Cambiano le date della mostra delle sculture di Camille Claudel in preparazione a Reggio Emilia e che accoglierà più di 50 opere eseguite lungo l'intero arco della sua attività da questa straordinaria scultrice francese a lungo oscurata dalla critica che ha voluto vederla sempre come "allieva" o "amante" di Rodin.

La valse. 1891-1905
Palazzo Magnani (Corso Garibaldi 29)
15 giugno - 31 agosto 2003
Orari: 10.00 -13.00; 15.30 -19.30. Venerdì e sabato anche: 21.00 -
23.00. Lunedì chiuso
Biglietti: Euro 6 intero; 4 ridotto; 2 scuole
web: www.palazzomagnani.it

(n.m)

_______

"Il racconto del filo: ricamo e cucito nell'arte contemporanea"
30 maggio-7 settembre
Mart, Rovereto

Si apre il 30 maggio al Museo d'arte contemporanea di Rovereto una vasta e interessante mostra sul cucito e sul ricamo nell'arte che vede, per fortuna, la presenza di molte opere di artiste emergenti o già affermate quali Rosemarie Trockel, Tracey Emin, Eva Marisaldi, Gada Amer, Maja Bajevic, Letizia Cariello, Claudia Losi, Christiane Lohr e altre. Il ricamo, simbolicamente legato al mondo femminile, si sta affermando nel mondo dell'arte con un suo linguaggio proprio che vede coinvolti anche molti artisti maschi. Insomma non si tratta più di quell'arte "minore" da cui in passato molte artiste rifuggivano per timore del non riconoscimento, come accadde per esempio, pur in situazioni privilegiate, alle artiste che animarono il laboratorio di tessitura del Bauhaus come Anni Albers, ma di un potente mezzo espressivo di cui riappropriarsi

.

(n.m)

___________

LOUISE BOURGEOIS


Insomnia, 1995

Whitney Museum - 945 Madison Avenue at 75 th Street -New York www.whitney.org

14 giugno - 21 settembre 2003

In mostra un gruppo di 220 disegni, realizzati dal novembre 1994 al giugno 1995, un periodo in cui l'artista soffriva di una forte insonnia.
"... c'è anche un aspetto melanconico e un po' stanco. E' come dire, "conto le ore". Durante la notte io conto le ore."

(m.m)

________

Al Louisiana Museum di Humlebaek (Danimarca) prosegue fino al 22 giugno la mostra antologica della scultrice Louise Bourgeois.


(m.m.)

_______________________

SPIRAGLI

Mostra di Marisa Bello e Yossry Migahed

Inaugurazione 26 maggio 2003 ore 18

Libreria Utopia
Via Moscova 52 - 20121 Milano

Tel. 02 29003324

La mostra rimarrà aperta fino al 30/9/03
chiuso lunedì mattina

(m.m)

_________________________

Jenny Saville
galleria Marco Voena - via Olmetto 17 - Milano
8 maggio - 7 giugno

Sono esposte per la prima volta a Milano due maxi fotografie su plexiglass della serie "Closed Contact" dell'artista inglese Jenny Saville, già segnalata da "Cronache" per i suoi interessanti olii che ritraggono giganteschi corpi di donna. "... quando si spinge forte il proprio corpo contro un vetro, si possono vederne segni e increspature. Ho voluto provare se mi era possibile portare l'interno del corpo all'esterno. Così da vederne la trama e la struttura". Da discutere e approfondire.

(n.m)

_________

Il Genio e la Grazia
La donna nella pittura del '600 e del '700
Fondazione Accorsi, via Po 55 - 28 marzo-27 luglio 2003
Orario: 10-20; gio 10-23
Biglietto: 6,20 euro
www.fondazioneaccorsi.it

Nonostante il titolo faccia pensare alla solita mostra di ritratti femminili dipinti da uomini, essa ci offre invece l'occasione di ammirare l'opera di importanti pittrici, quali Elisabetta Sirani, che si sono dedicate all'arte professionalmente in un'epoca molto difficile. "La mostra è la prima di questo genere in Italia" spiega Alberto Cottino, direttore del Museo di Arti Decorative della Fondaione Accorsi e curatore della mostra "e intende indagare un periodo, quello tra il 1580 e il 1760, che certamente ha visto un regresso nel ruolo sociale delle donne, a causa delle idee del Concilio di Trento. Si tratta però di un'epoca ricca di fermenti importanti e che ha annoverato tra l'altro grandi pittrici, come si può constatare dalle presenze in esposizione. Sofonisba Anguissola, Artemisia Gentileschi, Rosalba Carriera, sono solo alcune delle protagoniste di un'epoca della quale si vuole mettere in luce anche nomi ancora in parte trascurati dalla critica, riservando inoltre una particolare attenzione alla raffigurazione dei diversi ceti femminili."

(n.m)

Elisabetta Sirani, Madonna con bambino,1663

____________

Camille ClaudeI
a Reggio Emilia dal 31 maggio al 10 agosto


Palazzo Magnani sta organizzando a Reggio Emilia una mostra dove saranno esposti 50 lavori di Camille Claudel e 13 lavori di Rodin. Certamente un'occasione unica in Italia per vedere le opere di questa geniale scultrice recentemente esposta con successo anche in Francia e in Svizzera (vedi recensione sul nostro sito). Ci sarà da aspettarsi il solito stravolgimento mediatico sulla storia del suo amore con Rodin o sarà finalmente riconosciuta la forza delle sue opere e di una donna che ha pagato un alto prezzo per aver scelto di essere un'artista?

(n.m)

___________

"Woman on Woman"
Delia Brown, Kathleen Gilje, Julie Heffernan, Sissel Kardel, Alexis Karl, Joan Semmel, Su-en Wong, Lisa Yuskavage
a cura di Claire Jervert
Maggio 1 - 24

WHITE BOX - 525 WEST 26TH STREET NEW YORK, NY 10001


"Woman on Woman" è una mostra collettiva che esplora l'inesplorato territorio di pittrici contemporanee che creano immagini di nudo femminile, sia loro che di altre. E' l'occhio delle donne sulle donne, dove l'immagine femminile non è idealizzata attraverso lo sguardo maschile ma rispecchia un percorso femminile di ricerca dell'identità.

(n.m)

lisa yuskavage

________

Jeanne Hébuterne a Milano, Palazzo Reale nella mostra
" Amedeo Modigliani - L'angelo dal volto severo"
21 marzo - 6 luglio 2003
recensione sul sito (Jeanne Hébuterne)

(m.m)

_________

E' uscito l'ultimo testo della collana l'Altra Metà dell'Arte, Selene Edizioni, dedicato alla pittrice Sonia Delaunay: "Sonia Delaunay - La danza del colore" di Marina Giordano, euro 13

(n.m)

________

An Imperial Collection: Women Artists from the State Hermitage Museum
National Museum of Women in the Arts - Washington
February 14, 2003 - June 18, 2003
Questa mostra esplora il contributo delle donne alla storia culturale di San Pietroburgo nel XVII e nel XIX secolo, sia nella veste di collezioniste come Caterina la grande che fondò l'Hermitage nel 1792, sia come artiste che lavorarono a San Pietroburgo o che ricevettero commissioni dalla società culturale russa, quali - fra le altre - Elisabeth-Louise Vigée-Lebrun e Angelika Kauffman.
http://www.nmwa.org


Elisabeth-Louise Vigée-LebrunSelf-Portrait, 1800

(n.m)

__________

Marianne Werefkin a Murnau. Arte e teoria, amici e maestri
Ascona, Museo comunale d'arte moderna
2 marzo - 1 giugno 2003
Orari d'apertura del Museo:
martedì-sabato 10.00-12.00 e 15.00-18.00
domenica e festivi 16.00-18.00; lunedì chiuso
Ingresso: Fr. 10.-- intero; Fr. 5.-- ridotto (AVS, studenti, gruppi)
via Borgo 34, CH - 6612 Ascona (CH)
tel. +41 (0)91 780 51 00
fax +41 (0)91 780 51 02
e-mail: museo@cultura-ascona.ch
http:www.cultura-ascona.ch                                                                          


I gemelli, 1909

(n.m)

_________

Vieira da Silva a Reggio Emilia sino al 25 maggio
recensione sul sito (vieira da silva)  

     (n.m)

________


Immaginando Promoteo
- Milano, Palazzo della Ragione e Loggia dei Mercanti, sino all'11 maggio - dalle ore 12 alle 22 - chiuso il 28/4 e il 5/5

Si tratta di un originale allestimento sulla luce e sui suoi riferimenti mitologici nelle culture del mondo che ospita, fra gli altri, il lavoro artistico di quattro artiste. Ritsue Mishima, giapponese, lavora il vetro in splendide forme bizzarre che solidificano la luce; la brasiliana Lygia Pape "sollecita in noi il senso dello stupore primario di fronte ad una luce fatta di migliaia di raggi dorati, fili di lino e di metallo che dall'alto delle arcate scendono sino al pavimento, a rievocare quell'esperienza archetipica, fatta di paura e di meraviglia, che ha sempre accompagnato l'uomo nella sua relazione con il fuoco e con la luce"; l'australiana Robyn Backen utilizza le fibre ottiche per evocare il caos originario dell'universo; Shirit Neshat, iraniana, ci propone infine un video che evoca scene di guerra attraverso un corpo di donna che prende lentamente fuoco. Questi lavori si collocano in un insieme davvero suggestivo che vale assolutamente la pena di visitare.                                                                                             (n.m)


Robyn Backen

_________________

"Dena" le artiste iraniane si uniscono per le donne - Roma, Sala 1, piazza di San Giovanni 10, dalle 16,30 alle 19,30, fino al 6 maggio 2003

Dall'Iran arriva a Roma il messaggio di 10 artiste iraniane, appartenenti a tre generazioni, riunite nell'associazione "Dena", nata qualche anno fa a Teheran "per dare visibilità al lavoro culturale delle donne" (a loro si affiancano due artiste residenti nella capitale). Queste donne, riunite in un movimento culturale e sociale, usano il linguaggio dell'arte per trasmettere un messaggio di non violenza e consapevolezza. La mostra stessa avviene per iniziativa dell'associazione Aidos (Associazione italiana donne e sviluppo).

(m.m)

_________

Jenny Saville: "Migrants"
Gagosian Gallery, New York

Chiuderà il 3 maggio l'interessante mostra di questa artista inglese che tanto ha fatto discutere il mondo dell'arte con i suoi gigantischi dipinti di grandi corpi di donne ritratte attraverso la lente deformante dell'obesità, della malattia e della bruttezza. Questi ultimi dipinti mostrano corpi di donne con ferite sanguinanti e volti tumefatti, vittime di violenze e pestaggi, che meriterebbero una approfondita riflessione.

www.gagosian.com

(n.m)

__________

Carla Accardi, Si adagiarono sparse, a cura di Laura Cherubini
Roma, Magazzino d'arte moderna, Via dei Preferiti 17

Dal 28-3 al 30-4
Orario da mart. a ven. 11-15 e 16-20, sab. 11-13 e 16-20
www.magazzinoartemoderna.com

(m.m)

___________

La Belta' - Roma, Mercati di Traiano , dal 18 marzo 2003 al 27 aprile 2003 -
orari 9.00 - 19.00 - chiuso lunedì

Quaranta anni di ricerca e di sperimentazione di Giosetta Fioroni . Sono in mostra circa centoquaranta lavori: disegni, sculture, dipinti, collage, teatrini.

Giosetta Fioroni, 1993

                                                                                     (m.m)

 

Segnalazioni artistiche del 2007
Segnalazioni artistiche del 2006
Segnalazioni artistiche del 2005
Segnalazioni sulla Biennale di Venezia 2005

Segnalazioni artistiche del 2004
Segnalazioni artistiche dal settembre al dicembre 2003