Le storie di MUVI
     
 

 

La famiglia Macchi


Renzo frequentò le scuole dell'obbligo a Sesto: le elementari di via Fratelli Bandiera e in seguito la scuola professionale della Ercole-Marelli. Una delle sorelle, Lida, frequentò la scuola di economia domestica per le figlie dei dipendenti Breda: la scuola era al primo piano di un edificio in via Milanese, che ospitava la palestra al piano terreno.


La classe di Renzo - Scuola Elementare di Via Fratelli Bandiera


Ad eccezione di Clara, che per tutta la vita fece la casalinga, un tutta la famiglia Macchi lavorò nelle fabbriche sestesi. Il fratello maggiore di Renzo, Furio, era operaio alla Marelli, dove giocava nella squadra di calcio aziendale. Pare fosse un ottimo calciatore tanto che militò nelle fila della squadra della Falck e ne La Serpentina, squadra del quartiere. La passione del calcio lo aveva legato al cognato, Carlo Bosaglia che, oltre a lavorare come operaio, era vice corrispondente per la Gazzetta dello Sport.


 

E' con alcuni amici che Renzo venne fotografato sulla macchina del Tenconi, un garagista molto noto a Sesto. Il Tenconi aveva una clientela ricca che portava nella sua officina automobili di lusso. Alcuni ricordano che la domenica il Tenconi girava per le strade di Sesto con queste belle macchine, facendo sognare i passanti.