Testi di Luigi Borgomaneri - Fotografie Archivio ISMEC

  Bz 308, dalle iniziali dei nomi dell’azienda costruttrice, la Breda, e dell’ingegnere aeronautico che lo progettò, Filippo Zappata.

  33 metri e mezzo di fusoliera e 42 di apertura alare, 4 motori da 2500 HP e tutti i requisiti per diventare il primo "aeropullman" europeo transoceanico. Nella sua costruzione, dal 1946 al 1948, si concentrarono le speranze - e le illusioni - della classe operaia bredina di salvare dalla crisi postbellica la V Sezione aeronautica e, insieme, l’intero complesso industriale Breda.

Home Torna alle mostre Avanti