Pontida, Bergamo

 

 

Pontida, vicino a Bergamo. Dall'alto delle sue colline - e sembra di essere immersi in un paesaggio toscano - si vede l'inizio della grande pianura.
Ogni anno a Pontida c'è una festa, la Festa dello Sport e degli Alpini che, contrariamente a quanto si potrebbe pensare dal nome, è una festa che si tiene da tanti anni.
Dal 20 luglio 2002 al 4 di agosto l'Associazione Agorà Val San Martino Onlus, che opera a Pontida, si impegnerà in un primo singolare esperimento, di cui MUVI è particolarmente lieto: ogni sera la gente del paese potrà arrivare con le proprie fotografie e le proprie storie e così inizierà la costruzione di un Museo VIrtuale locale. Vari membri dell'Associazione si alterneranno nel lavoro di scansione e di raccolta delle informazioni.
Perché questo è l'obbiettivo della Associazione. Un primo gruppo di immagini è stato già raccolto e in questa mostra ne vedete una scelta. Il passo successivo sarà la costruzione di un sito Internet autonomo e completamente dedicato al patrimonio fotografico di Pontida.
E' il primo progetto che ha tutte le caratteristiche di un MUVI locale. Ci sembra un fatto importante, non tanto - e ne siamo felici - perché il nostro lavoro è servito come concreta ispirazione, quanto, piuttosto, perché si tratta di un prototipo. E' questa la direzione nella quale si dovrebbero moltiplicare le iniziative, in questa corsa contro il tempo per riuscire a "fissare" memorie e documenti che stanno scomparendo. Lo abbiamo già detto più volte: gli strumenti multimediali e l'uso della rete sono l'unica strada per raccogliere in modo diffuso, capillare, questo patrimonio e per renderlo visibile. Ma questa non è un'operazione che può nascere da un centro operativo. Sono proprio delle realtà culturali locali che devono capire come le più avanzate tecnologie della comunicazione ci danno oggi uno strumento la cui efficacia e potenza non ha precedenti.
A Pontida è successo. Possiamo anticipare che un'esperimento che ha forti analogie è in via di preparazione a Vimercate. Speriamo in una rapida diffusione.