Istruzioni per "vedere" e "sentire"

In questa pagina si trovano le istruzioni per recuperare in rete alcuni programmi molto utili, e spesso assolutamente necessari, per "vedere" e "sentire" tante cose che sono ormai presenti in molti siti Internet.
Detto questo, noi vorremmo darvi un paio di consigli preliminari che ci sembrano utili per rendere il più possibile confortevole la navigazione in rete. Non solo su URL: stiamo parlando in generale.

Allora:

  • il primo: installate sul vostro computer un programma di navigazione – detto anche browser, come molti sapranno – che sia recente. Netscape 5.0 oppure Internet Explorer nelle versioni dalla 5.0 in avanti. E’ vero che si possono scaricare dalla rete ma è molto più semplice procurarseli comprando una delle tante riviste mensili che hanno il CD Rom allegato. E’ difficile che uno di questi CD Rom non contenga Netscape o Internet Explorer ogni mese. Quali riviste? Non vorremmo dimenticare qualche testata (e ce ne scusiamo fin d’ora con gli editori: segnalate e aggiungeremo); comunque: Internet News, Il Mio Computer, PC Magazine, Byte. Su queste riviste è anche facile trovare alcuni dei programmi che segnaleremo fra poco. Real Audio, per esempio. Cercateli, perché dal CD si risparmia sempre tempo. C’è solo un problema. Alcuni programmi si trovano sui CD Rom ma sono versioni che durano un mese e poi scadono, non funzionano più. Altri, invece, sono perenni. Quelli che scadono hanno la funzione di farvi vedere le loro meravigliose funzioni per poi mandarvi nel sito della casa madre dove si comprano. Fortunatamente sono costi bassi.
    - Real Audio costa 30 dollari; si compra in rete con carta di credito (transazioni ultrasicure)
    - Shockwave Flash 5 si scarica dalla rete ed è gratis.
    - Quick Time 5.0 si scarica dalla rete ed è gratis.
    - Cosmo Player si scarica dalla rete ed è gratis
  • il secondo: prendetevi un paio d’ore e installatevi tutti i programmi. Non è cosa complicata e le procedure sono praticamente le stesse. Lo si fa una volta per tutte e poi si sta tranquilli. Oddio, essere "tranquilli" quando si ha a che fare con i computer è sempre condizione precaria e transitoria, ma in questo caso la situazione è fra le migliori.

Veniamo ai programmi di cui si diceva

Real Audio Player

Suoni e filmati presenti in rete si sentono e si vedono quasi sempre con questo programma.
Ci sono due modi per sentire e vedere. Può essere che prima si debba scaricare il file per metterlo in azione solo dopo. Oppure è possibile farlo subito, ovvero in modalità "stream", si dice in gergale. Stream vuol dire corrente: suoni o immagini vengono man mano scaricati sul computer e mentre ciò avviene si può già vedere o sentire. Naturalmente questa seconda modalità può risentire del traffico di rete e di quanta gente sta facendo la stessa vostra operazione. Se andate in modalità stream, date un occhio all’orologio. Se sono le dieci del mattino e il file con cui entrare in contatto sta in un sito americano si può usufruire del fatto che in piena notte gli americani dormono (almeno, così dovrebbe essere) e quindi non occupano spazio su Internet.
In molti siti si può scegliere: usare la trasmissione in modalità stream oppure scaricarsi il file.
Per recuperare il programma di Real Audio cliccate qui.
Vi mandiamo direttamente al sito dove si trova – questo è il nome preciso - Real Player Plus G2, l’ultima versione. Sono circa 5 megabyte. Vi troverete in una pagina che ha questo aspetto

Bisogna cliccare su Download RealPlayer Plus G2 Now.

Quando cliccate per iniziare il download (in italiano terribilis si può dire "scaricamento") una finestra vi propone di scaricarlo in una directory che viene scelta automaticamente da loro. Se non vi va, cambiatela.
Alla fine da qualche parte avete un file del tipo "qualcosa.exe". Cliccate direttamente sul nome e seguite le istruzioni; sono poche ed il programma si installa in fretta.
Quando vi troverete in un sito che vuol farvi vedere qualcosa con Real Audio vorrà dire che vi troverete di fronte a "qualcosa" da cliccare. Facciamo un esempio:
Titanic (Real Audio)
Cliccando su Titanic si vedrà un filmato promozionale del film. Avendo Real Audio Player già installato, esso sarà automaticamente richiamato. Apparirà la finestra che vedete qua sotto

E le immagini scorreranno nel quadratino ove c’è scritto Real.
Se non si tratta di immagini ma solo di suoni esce un’altra finestra, più semplice.
Questo è tutto per quanto riguarda Real Audio.

Cosmo Player 2.1

Cosmo serve per vedere i file VRML cioè gli effetti di realtà virtuale. C’è un abuso in questa definizione. Molti potrebbero pensare che, essendo la realtà virtuale quella situazione che si vive indossando un casco e immergendosi in un ambiente artificiale nel quale si ha la sensazione di muoversi e di maneggiare oggetti (quella roba che s vede nelle fiere di elettronica da qualche anno insomma) ciò sia possibile anche in rete. Non è così e non ci sono caschi da comprare. E’ tutto più modesto ma comunque interessante. La realtà virtuale on line può essere, per esempio, una statua famosa intorno alla quale si può girare come si vuole; non solo come un normale visitatore di un museo perché volare sopra la statua o guardarla da sotto come se il pavimento fosse di vetro non fa parte di tale normalità. Con le soluzioni in VRML che si trovano in molti siti ciò è possibile.
Cosmo Player è il programma di gran lunga più utilizzato in rete. Lo trovate qui
(http://www.platinum.com/cosmo/win95nt.htm)

Vi apparirà la seguente schermata

In alto bisognerà scegliere fra Win 95, Win 3,1, Mac.
Poi vi si chiede di mettere nome e cognome e l'e-mail. Quindi si clicca su Download Now e si finisce nella pagina seguente, dove si deve scegliere l'area geografica del server che si vuole utilizzare per scaricare il programma (Select a download site) e la versione, che può essere in inglese, in tedesco o in francese. L'area geografica è una scelta che va fatta in relazione all'orario in cui si è connessi. In breve: dove c'è più gente che dorme c'è meno traffico e si va più veloci.
A questo punto si clicca su Download e il tutto comincia.
La procedura è sempre la stessa. Si scaricherà un file del tipo "qualcosa.exe" e poi, cliccandovi sopra, parte l’installazione sul vostro computer.
Quando in un sito si incontra una pagina nella quale è proposto un effetto in VRML (spesso troverete frasi del tipo "guarda la tal cosa in virtual reality") si avrà un’indicazione "clicca qui" e la vicenda ha inizio. Cosmo viene chiamato direttamente in causa; non tocca a voi aprirlo. Dopodiché, a seconda dei casi, si attenderà più o meno tempo perché l’oggetto virtuale appaia.
Adesso, però, vi diamo una mano. Nelle applicazioni di VRML più sofisticate vi apparirà sullo schermo una consolle come quella che sta qui sotto

Accompagnata da un’altra consolle; questa

Non si vedono tutte e due contemporaneamente. Si passa da una all’altra cliccando su un bottone presente in entrambe. Vi facciamo vedere dove si trova nella prima consolle; è il bottone specificato come "change controls"

La prima consolle si chiama Movement e serve a muoversi nell’ambiente virtuale che è contenuto nella finestra sovrastante. La seconda consolle si chiama Examine e serve ad analizzare uno specifico "oggetto" contenuto nell’ambiente.
Nella prima e nella seconda, come si vede, ci sono dei pulsanti con forme diverse. Su questi si clicca con il mouse e "ci si porta appresso" la funzione del pulsante stesso. Ciò vuol dire che se clicco su un pulsante che serve a far ruotare gli oggetti quello che accade è che, tornando con il mouse sull’immagine e cliccando su di essa tenendo premuto il pulsante del mouse, se sposto il mouse l’immagine gira in un verso piuttosto che nell’altro.
Vediamo ora a cosa combinano i pulsanti della consolle Movement, facendo riferimento alle figure che stanno sopra, tenendo presente che l'autore del mondo virtuale può anche scegliere di utilizzare solo alcuni dei comandi.
GO: quando andate cliccando con il mouse in un punto e muovendo in qualsiasi direzione vi mettete in moto. Con GO, insomma, ci si muove nel mondo virtuale.
SLIDE: serve a muoversi lateralmente o in diagonale
GRAVITY e FLOAT: quando gravity è acceso non è possibile alzarsi dal suolo; quando float è acceso si può anche sorvolare il territorio. Naturalmente il mondo virtuale deve essere stato progettato perché ciò sia possibile.
TILT: con questo comando andate dritti e spediti verso un oggetto che mirate. E' una specie di zoom.
UNDO/REDO: poiché capita di fare degli spostamenti che producano disorientamento allora è comodo poter fare marcia indietro. Undo rifà tutti i passaggi in modo retroattivo; Redo li fa in avanti.
STRAIGHTEN: anche nei mondi virtuali può accadere di finire con la faccia per terra o rovesciati a guardare il cielo. Straighten vi rimette in posizione eretta.

Adesso clicchiamo sul bottone che porta alla consolle Examine, segnalando che si può passare da una all'altra quando si vuole e combinare le funzioni
ROTATE: individuato un oggetto è possibile ruotarvi intorno, anche svolazzando se è attivo Float
PAN: centrato un oggetto si va su e giù oppure a destra e a sinistra avendo sempre tale oggetto ben centrato. A dire il vero in molte realizzazioni questo comando fa cose che altri già fanno
ZOOM: questo è proprio uno zoom; l'inquadratura resta costante e si "entra" in profondità.
SEEK: questo comando non è sostanzialmente da TILT, però è più veloce.
STRAIGHTEN: fa le stesse cose che nell'altra consolle
C'è poi un tasto PREFERENCES che consente di cambiare molti parametri del mondo virtuale. E' una funzione per più esperti e tutte le sue possibilità sono descritte al seguente indirizzo: www.cosmosoftware.com/support/player/docs/help_win2.html.
Qui si trovano anche le cose che abbiamo appena descritte, fra l'altro; ma in inglese.

 

Shockwave Flash Player

Con Shockwave si vedono tante animazioni. Una volta installato se ne sta "sotto" il browser ed entra in funzione quando il sito visitato contiene delle sezioni progettate per l'uso di questo programma. Shockwave è un salto di qualità notevole nelle forme espressive di un web.
Lo troviamo qui

 

 

Quick Time 5.0

E' un programma che serve per vedere filmati ed anche realtà virtuale. Ma serve anche per vedere quelle immagini a 360 gradi; per esempio una piazza che un osservatore nel suo centro guarda girando su se stesso.
Lo si trova qui:

http://www.apple.com/quicktime/download/index.html

La pagina in cui si arriva è molto chiara.
Anche Quick Time, come shockwave, se ne sta sotto il browser e viene chiamato automaticamente quando serve.
Si tenga presente che Quick Time è usato per vedere file che spesso sono di una certa dimensione; questo vuol dire che bisogna attendere un certo tempo di download. Mentre si attende appare il simbolo che vedete qui sotto

Poi il filmato parte. Se si tratta, invece, di una immagine a 360 gradi, bisogna lavorare con il mouse. Ci si piazza su di essa e, tenendo premuto il tasto sinistro, ci si muove lentamente verso destra o sinistra. Si vedrà scorrere l'immagine. Più si muove velocemente il mouse e più rapido è il movimento.
Infine: quando il download non va in porto vedrete apparire sullo schermo il disegno in bianco e nero di una pellicola spezzata. E' il segno che l'operazione non è andata in porto.

Ascoltare la musica con MP3
C'è un modo per ascoltare musica di qualità trovandola su Internet. Si chiama MP3. Meglio: questa sigla è ormai diventata un modo di dire - "tirati giù l'MP3 di Pavarotti - ma di fatto essa si riferisce a un software che consente di "strizzare" in pochi byte dei brani musicali che normalmente, su un CD, ne occupano molto di più. Detto questo l'utente medio può anche fermarsi qui, se la sua esigenza è quella di ascoltare musica. Inutile che si preoccupi degli strizzamenti. Invece, l'informazione importante è che in molti siti Internet è ora possibile trovare tanta musica che, una volta finita sul vostro computer, è di ottimo livello all'ascolto. Come per altri programmi di cui si parla più sopra, per l'ascolto ci vuole un software che va installato sul computer. Ce ne sono tanti; noi vi mandiamo a quello considerato oggi il migliore disponibile. Cliccate qui: apparirà una normale finestra che vi dice il nome del file da scaricare. E' il seguente: WinampInstall.exe. Dovete decidere dove metterlo. Fatelo. Dopodiché basterà cliccarvi sopra e seguire le istruzioni di installazione. A questo punto quando troverete un file MP3 si tratterà di scaricarlo sul computer e poi di ascoltarlo con il vostro programma. Ascoltarlo vuol dire semplicemente aprirlo con WinampInstall: questo è il nome del programma. Dove trovare file MP3? Sono veramente tante le opportunità. Andate a questa sezione di Virgilio e, in italiano, troverete molte indicazioni.

Windows Media Player
E' un programma che fa le stesse cose di Real Audio, cioè serve per ascoltare suoni e voci e per vedere filmati. Però è anche più potente; infatti legge anche i file Real Audio. Lo trovate qui.

I file WAV
I file di suoni e/o voci che hanno l'estensione .WAV (un file con musica di Mozart potrebbe essere del tipo mozart.wav), non presentano particolari problemi. Perché?
Perché "arrivano" automaticamente sul vostro computer. Non servono particolari programmi per leggere i file WAV, questo è il punto. Il browser li interpreta direttamente.
C'è un nuovo particolare da segnalare. Quando chiamate un file WAV appare una finestrella grigia, piccola, 4 X 3 centimetri circa. Appare in qualche punto dello schermo. E sta lì, per tutto il tempo necessario per scaricare il file sul computer. Se state scaricando un file da 4 megabyte, può essere che l'operazione richieda anche 20 minuti. La finestrella sta lì (oppure è anche possibile ridurla ad icona), fino a quando si iniziano a sentire le prime voci o suoni.