Donne e conoscenza storica  

 

torna al sommario

Fotografia di Jesse White Mario giovane

INTRODUZIONE

BIOGRAFIA

RAPPORTI CON GARIBALDI

RAPPORTI CON MAZZINI

RAPPORTI CON MARIO

QUESTIONE FEMMINILE

OPERE

LETTERE A RIBOLI

FIGURA DI SARA NATHAN

 

OPERE

Tra le opere di Jessie White Mario compaiono soprattutto biografie; la struttura interna di queste biografie segue una schema classico che si può dividere in tre parti:

  • profilo del personaggio, arricchito da molti dati che vanno dalla nascita alla morte;
  • intreccio della vita del protagonista con gli eventi storici dell'epoca in cui il personaggio ha vissuto;
  • citazione di documenti inediti tratti da carteggi, da scritti personali, da discorsi e da testimonianze di persone che nel corso degli anni avevano avuto l'occasione di conoscere il personaggio stesso.

Tutte le biografie della Mario presentano questa divisione strutturale-narrativa tipica degli inglesi che le permette di avere un materiale narrativo, una trama delle vicende generali e della loro interpretazione, che possono essere utilizzati per i vari personaggi oggetto di biografia. In questi testi emerge lo stile celebrativo delle biografie religiose visto che la Mario parla di «Santi», i «Santi eroi del Risorgimento italiano».

Una delle biografie della scrittrice inglese è quella di Giuseppe Mazzini, scritta nel 1896 e che si presenta soprattutto come una ricostruzione cronologica degli avvenimenti, dove la Mario preferisce dare spazio alla narrazione anziché argomentare eccessivamente gli avvenimenti. Jessie White con questa biografia si propone di insegnare ai lettori l'importanza del pensiero democratico rivoluzionario come elemento fondamentale per la riuscita dell'impresa eroica risorgimentale, questo testo possiede quindi una forte carica pedagogica. Se la tripartizione classica delle biografie di Jessie White viene rispettata, in ogni testo che la giornalista scrive emerge anche un elemento distintivo che in questo caso è rappresentato da una forte inflessibilità nei confronto dell'ideologia democratica.

Un'altra importante biografia scritta dalla White è quella di Garibaldi che, pur rispettando la divisione in tre parti classica della White, si occupa, oltre che dell'eroe dei due mondi, di una vasta serie di tematiche e personaggi. Questa, a differenza di quella mazziniana, è pervasa da un costante tono celebrativo, il tono con cui la scrittrice si occupa dei vari personaggi e avvenimenti è fortemente enfatico. Inoltre la prima racconta un'epoca ed una storia di vita che molti avrebbero potuto vivere e che si fa oggettiva e ripetibile; la seconda invece si concentra soprattutto sull'ideologia dell'esule genovese e non va oltre le esperienze personali dell'uomo politico.