Donne e conoscenza storica  

 

torna al sommario

torna a: L'immaginario popolare: l'eroina

Giuditta Tavani Arquati

Luisa Battistotti Sassi

Maria Giuditta Galimberti Facchini

Marianna De Crescenzo

 

 

 

 

 

LUISA BATTISTOTTI SASSI

NASCITA

Luisa, eroina delle Cinque Giornate, (v. la stampa che qui la raffigura cliccando sull'immagine si entra nel sito che l'ha archiviata e che ringraziamo) nasce a Stradella (PV) e si trasferisce a Milano, nel quartiere della Nettobbia, per il matrimonio con l’artigiano Sassi.

ATTIVITÀ RIVOLUZIONARIA A MILANO

Il 18 marzo 1848 strappa le pistole ad un soldato, intima ad altri cinque di arrendersi e li consegna ai finanzieri schierati contro gli austriaci. Da questo momento depone gli abiti femminili e dà inizio alla prima barricata, quella di Borgo Santa Croce e, per tutto il periodo insurrezionale, non lascia mai le armi.

Il 6 aprile il governo vuole che sia in prima fila nella celebrazione in Duomo del "Te Deum" di ringraziamento e il 12 aprile 1848, come segno di beneficenza agli eroi delle barricate, il Governo Provvisorio decreta una pensione annua di 365 lire a Luisa. La sua popolarità cresce a tal punto che nei giorni successivi il suo ritratto si vende per le vie di Milano. Nel 1849 parte per l’America dove trascorre gli ultimi suoi anni.