Donne e conoscenza storica  

 

torna al sommario

 

 

 

torna a TERESA CASATI CONFALONIERI

Il padre di F.Confalonieri supplice di Francesco I per la grazia al figlio

 

 

 

 

 

Federico Confalonieri

 

(Milano, 1785 - Hospenthal, 1846). Patriota del Risorgimento, partecipa alla fondazione del Conciliatore e propugna alcune riforme a carattere economico e sociale. Dopo l'insurrezione costituzionale del 1821, è, per la sua attività di carbonaro, tratto in prigione con altri noti cittadini e condannato alla pena di morte per alto tradimento, pena commutata poi nel carcere duro a vita da scontarsi nella fortezza dello Spielberg.

Nel 1835 la prigionia è trasformata in deportazione negli U.S.A., dove rimane per alcuni mesi, dopodiché rientra in Europa, dove, espulso dal territorio francese, trova asilo nel Belgio. È riammesso in Italia nel 1840.

IL CONTE FEDERICO CONFALONIERI
CHE CON L'INDOMITA FORTEZZA D'ANIMO
E CON LUNGO MARTIRIO DELLO SPIELBERG
INSEGNO' AI SUOI CONCITTADINI
CON QUALI SACRIFICI E CON QUALI VIRTU'
SI PREPARANO MIGLIORI DESTINI ALLA PATRIA
FU IN QUESTA CASA ARRESTATO
LA NOTTE DEL 13 DICEMBRE DELL'ANNO 1821