Donne e conoscenza storica  

 

torna al sommario

1808-1824

1828-1838

1840-1848

1848-1871

La scuola di Locate e i principi di Fourier

Fourier

Saggio sulla condizione della donna

GLI OSPEDALI NELLA REPUBBLICA ROMANA: L'INTERVENTO DI CRISTINA BELGIOIOSO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cristina Trivulzio di Belgioso segue i principi di Fourier

Tornata da Parigi Cristina decide di vivere nella casa prediletta di Locate di Triulzi.

Dapprima vive quasi segregata nella sua casa, poi, conoscendo le condizioni di vita dei contadini locatesi, decide di iniziare a lavorare per migliorarle.Si può chiaramente scorgere nelle sue opere, che mirano a combinare interessi e attitudini con le varie occupazioni per la felicità dei lavoratori, l'influenza delle idee di Fourier.

Il 14 dicembre 1840, si può dire che inizi la sua opera riformatrice, perchè fonda un asilo infantile, che accoglie, nutre e veste i bambini dai 2 ai 6 anni, e una scuola elementare che impartisce un'istruzione di base ai bambini dai 6 ai 12 anni.

Benchè il suo progetto viene da subito dichiarato pazzo e sovversivo dai proprietari agrari e guardato con sospetto dai locatesi, Cristina continua nella sua opera.
Apre quindi due scuole superiori, una per i ragazzi nella quale viene insegnata geometria applicata alla tecnica agraria, l'altra per le ragazze dove viene insegnato a leggere, scrivere e contare.
Nel dicembre 1845, la principessa apre una scuola di canto dove è lei stessa ad insegnare.
In seguito organizza ateliers per rilegatori, restauratori di quadri e pittori.
In questo periodo getta le basi per altri due importanti progetti, una cassa di risparmio e una (mai realizzata) tipografia.

A Locate la principessa decide anche di occuparsi di politica per assumere cariche amministrative aventi lo scopo di aiutarla nel conoscere i bisogni dei contadini. Esempi di questo suo impegno sono: la chiusura delle osterie dopo le nove di sera e durante le funzioni religiose, l'obbligo da parte dei parenti di mandare a scuola i figli, la carcerazione di ladri e briganti, la manutenzione delle strade, etc...

La principessa che finora si è fatta apprezzare per la costante attenzione verso l'istruzione dei contadini, aumenta la nostra ammirazione creando strutture per la salvaguardia della salute dei contadini, quali: il pubblico scaldatoio e la cucina economica. Il primo è un vasto locale illuminato e riscaldato al pian terreno del suo palazzo dove giorno e sera potevano starci fino a trecento contadini, la seconda è una mensa comune dove i contadini potevano gustare una ottima minestra per un decimo del costo (pagamento simbolico pensato appositamente per vincere la pigrizia e la mendicità).

Altro scopo raggiunto tramite la creazione di questi due servizi è la possibilità per i contadini di fruire di una alimentazione corretta, bilanciata ed energetica.
I manufatti casalinghi assumono con la principessa molta importanza: vengono usati come moneta per i pasti o vengono venduti alle varie sagre.

Ancora interessata alla salute dei contadini, Cristina fornisce medicinali gratuitamente ai bisognosi e assistenza ai malati.
Le ragazze vengono anche aiutate tramite l'allestimento di una fabbrica di guanti nella quali possono essere impegnate.
Le più povere vengono personalmente aiutate dalla principessa che fornisce loro una dignitosa dote per il matrimonio.

L'influenza delle idee fourieriste si può notare facilmente nella creazione di un ambiente congeniale alla felicità dell'uomo può facilmente essere notata nell'ammodernamento e nel rinnovo di case di sua proprietà per i contadini e nella costruzione di un giardino pubblico per la ricreazione dei lavoatori.
Altra innovazione portata dalla principessa è l'illuminazione pubblica realizzata col posizionamento di lampioni.