Donne e conoscenza storica
     

JANE ADDAMS, LA DONNA PIU' PERICOLOSA D'AMERICA
Premio Nobel per la pace nel 1931. di Giovanna Providenti

torna all'inizio

vai a pag. 2

vai a pag. 3

 

Il lavoro svolto da Addams insieme a collaboratrici e collaboratori, che nei più di quaranta anni di attività si avvicendano nella Casa, è rivolto, fin dagli inizi, a dare la possibilità, a donne e uomini, un'umanità rimasta"intrappolata in condizioni di estrema povertà e tagliata fuori dalla cultura", di volgere positivamente la propria vita, divenendo più consapevoli delle proprie capacità.

A Hull-House, come Jane Addams ama ribadire, si impara a divenire cittadine/i in grado di partecipare in maniera attiva e sostanziale alla costruzione della democrazia, da lei considerata strettamente vincolata alla costruzione etica della società, tema a cui è dedicato il suo primo libro, Democracy and Social Ethics del 1902. (v.links)

LINKS (a cura di D.M.)

Il sito della Hull-House

Raccolta di fotografie della Hull House

Twenty years at Hull House un ipertesto dell'University of Virginia

Il sito della WILPF

Harvard University Library: Jane Addams, Democracy and Social Ethics, 1902

Brock University, Department of Sociology St.Caroline - Canada:
Jane Addams, Newers Ideals of Peace, 1907

Jane Addams, Peace and Bread in Time of War, 1922

Altri links su Jane Addams
(a cura di G.P.)

Bibliografia di Jane Addams
(a cura di G.P.)

La scuola di democrazia di Hull-House, in cui si impara e si sperimenta la convivenza civile tra persone di diversa appartenenza sociale e culturale, negli anni ospita pensatori e politici di fama internazionale, i quali insegnano ma anche imparano dagli ospiti fissi di Hull-House - donne del popolo, operai, bambini - i saperi della quotidianità.

Una delle iniziative più belle di Hull-House è il Labor Museum, un museo dell'artigianato internazionale allestito da donne e uomini immigrati, che mostravano non solo lo strumento di lavoro, ma anche il modo di adoperarlo, ricamando, tessendo, plasmando o scolpendo dinanzi al loro pubblico: "questa gente così autentica, costretta a incredibili svantaggi solo perché priva di qualità superficiali e diffusamente troppo apprezzate, trova nel labor museum una opportunità, almeno per qualche momento, di assumere nella comunità una posizione da cui sarebbe autorizzata a pieno titolo dalla vita e formazione precedente", scrive Jane Addams in Newer Ideals of Peace (v.links) del 1907, in cui presenta l'esempio di Hull-House, "culla di libertà", come una potente risorsa per costruire la pace nel mondo a partire dallo sviluppo personale e culturale di ogni singola persona. Leggiamo ancora in Newer Ideals of Peace: "La storia di un nuovo modo di governare comincia col tentativo di rendere la vita umana e ricca di potenzialità, anche in quei quartieri affollati che manifestano una indubbia tendenza al barbarismo ed alla degenerazione, se le migliori qualità non vengono nutrite. Piscine pubbliche e palestre, parchi e biblioteche, vanno offerte innanzitutto a coloro che non hanno nemmeno la sicurezza della mera sussistenza, ed a loro non sembra per niente strano che debba essere così"

continua