Arresti durante i comizi per il suffragio femminile a Londra: Nel 1903 Emmeline Pankurst (1858-1928) fondò a Manchester la Women's andPolitical Union (WSPU) con l'obiettivo dell'emancipazione femminile e del voto alle donne: Nel 1906 si trasferì a Londra, dove iniziò una campagna contro i deputati liberali, oppositori del diritto di voto. Dal 1908 fino al 1914 Emmeline, la figlia Christabel e le altre leader della WSPU furono più volte imprigionate con l'accusa di cospirazione. Solo con lo scoppio della guerra il governo rilasciò le suffragette . Nel febbraio 1918 venne dato il diritto di voto a un limitato numero di donne e solo nel 1928, con l' Equal Franchise Act, venne esteso a tutte le inglesi. (AA. VV., Esistere come donna, Milano, Mazzotta, 1983 (catalogo della mostra, coordinata da Rachele Farina, tenutasi a Palazzo Reale di Milano )

indietro