Donne e conoscenza storica
     

torna al sommario di L'eredità del Femminismo

torna a Fonte e principi di un nuovo diritto

pagine 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8.

avvocata e cliente, e quella fra avvocate che si associano nella causa, e quella fra una giudice e una avvocata, ecc.), il sapere e il desiderio che li sostiene e la misura della modificazione che la lotta delle donne ha operato nei rapporti di forza fra i due sessi. Rapporti e relazioni nei quali si vanno precisando gli interessi femminili, la forza e il sapere che abbiamo guadagnato, i conflitti fra le donne e delle donne con gli uomini che la consapevolezza produce, e la necessità delle mediazioni. Da qui prendono esistenza le norme di un ordinamento sessuato di origine femminile, che riflettono i valori costitutivi dei rapporti che le donne allacciano fra loro. A partire da queste norme sarà possibile iscrivere nel diritto i principi della mediazione fra i differenti valori dei due sessi, principi che oggi mancano nell'orizzonte monosessuato maschile. A noi sembra che tre siano le acquisizioni da cui dovrebbe procedere la riflessione femminile sul diritto: il disvelamento operato dalla presa di coscienza femminista del dominio di sesso in tutti i linguaggi, compreso quello giuridico; la vacuità della moltiplicazione di leggi e diritti che non hanno concreto inveramento (Luisa Muraro); il principio dell'inviolabilità del corpo femminile.

Affermare questo principio significa non solo che lo stupro è un reato - lo riconosce tale già la vigente legge penale - ma che le donne non vanno riportate alla misura maschile (stupro simbolico).

L'iscrizione nel diritto dell'inviolabilità, a nostro parere, non è questione di legge penale bensì di costituzione dell'ordinamento giuridico. Alcune, soprattutto le politiche di professione, spesso ci chiedono che cosa intendiamo con "differenza sessuale". Bene, per noi la differenza si sostanzia nella libertà femminile e nell'inviolabilità del corpo delle donne.

L'iscrizione di tali principi è diventata attuale, poiché molte donne si rappresentano inviolabii: hanno acquistato autonomia di giudizio, forza, sapere e una socialità altra rispetto a quella ritagliata per loro dal patriarcato.


avanti