Donne e conoscenza storica

 

 

ritorna al sommario

querelle de femmes

Maria-Milagros Rivera Garretas,
la querela in Spagna in Italia

la grazia di Dio come luogo di enunciazione femminile

Ginevra Conti Odorisio, patriarcalismo e ginocrazia in Jean Bodin.

Nicoletta Lissone, La ragion di stato monacale nel pensiero di Arcangela Tarabotti, tesi di laurea, Università degli Studi di Milano, 2000

Approfondimenti in rete:

Filosofia

Letteratura

Moderata Fonte, Lucrezia Marinelli e Arcangela Tarabotti sono tre autrici di testi collocabili nella Querelle des femmes riconosciute all'origine dell'idea femminista.

Le tre autrici vissero fra XVI e XVII secolo nella Repubblica di Venezia. La loro opera è arrivata fino a noi anche se nel caso di Arcangela Tarabotti parzialmente.

Come prima di loro Christine de Pizan le tre donne fanno affermazioni straordinarie. Vedono con gli occhi e con la mente la realtà delle relazioni fra i sessi e questa materia è al centro del loro interesse.

Esse costituiscono quello che definisco il luogo di pensiero della differenza sessuale.

Per molte storiche la storia delle donne incomincia con la Rivoluzione Francese e i diritti. E' una lettura imperfetta e fa credere che le donne come soggetto esistano - politicamente intese - solo se inquadrate nel mondo delle democrazie. Le donne come soggetto politico sono sempre esistite: fuori dai simposi maschili. Questo dimostrano le testimonianze di scrittura che le donne ci hanno lasciato.

Delle donne dell'età moderna la rete offre la possibilità di leggere alcuni testi e la biografia, oltre a alcuni studi; per ora tutto in lingua inglese. Rimando a questo link per raggiungere i testi disponibili.
Lucia Anguissola, autoritratto, 1557