Donne e conoscenza storica

rassegna stampa archivio

 

Donne della Shoah 27 gennaio giorno della memoria

Emilia: Incontri
Baricella, Granarolo, Malabergo, Minerbio, Molinella, Calderara di Reno, San Giovanni in Persiceto, Crevalcore, Anzola dell’Emilia, Zola Predosa e a San Lazzaro
, dove lunedì saranno inaugurate due mostre ("Le donne di Auschwitz" e "Triangoli viola" e un dibattito ("Il futuro della memoria").

NAPOLI
A Napoli l’Associazione 27 gennaio propone come tema di cui discutere domenica mattina presso il Real Albergo dei Poveri il rapporto delle donne con la Memoria della persecuzione e dello sterminio. Il successivo dibattito vedrà la partecipazione, tra gli altri, del sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino, della professoressa Gabriella Gribaudi dell’Università di Napoli Federico II e della professoressa Na’nama Shik Eitan dall’Università di Tel Aviv.

In rete - raccolta di links su Virgilio:

La Shoah delle donne


La Nazione 18, gennaio, 2003

GROSSETO — E' giunta alla terza edizione la celebrazione della Giornata della memoria, istituita a luglio 2000.
Anche quest'anno la Provincia, in collaborazione con l'Istituto storico grossetano della Resistenza e dell'Età contemporanea (Isgrec), vuole ricordare la Shoah nella data scelta come simbolo di quel tragico evento, il 27 gennaio, giorno in cui nel 1945 si aprirono i cancelli del campo di sterminio di Auschwitz.
Quest'anno come tema è stata scelta la memoria delle donne della Shoah, che è un aspetto particolare e nuovo, tra le tematiche finora affrontate relativamente alla persecuzione ed allo sterminio degli ebrei in Europa. L'occasione è stata offerta da una ricerca in corso all'Isgrec, che ha consentito di reperire alcuni scritti, che contengono le memorie di donne che hanno subito persecuzioni (in un caso l'internamento nel campo provinciale di Roccatederighi).
Si tratta di documenti importanti sotto il profilo umano e morale, estremamente significativi per una ricostruzione storica delle forme di persecuzione antiebraica nel nostro territorio.
E infatti, nell'incontro in programma lunedì 27, a partire dalle 10 nella sala conferenze del Palazzo della Provincia, si parlerà proprio di loro, Eugenia Servi, Elena Servi, Marisa Bemporad, Edda Servi Machlin. Partecipano il presidente della Provincia, Lio Scheggi, il presidente dell'Isgrec, Francesco Chioccon, la direttrice dell'Isgrec, Luciana Rocchi (nella foto) ed alcune tra le donne di cui la stessa Luciana Rocchi illustrerà le memorie. E' prevista anche la proiezione di un video, prodotto dall'Isgrec, con la regia di Stefano Salvadori, dal titolo «Memoria e generazioni».
A partire da lunedì 27, fino al 27 febbraio, sarà aperta al pubblico la Stanza della memoria (Cittadella dello Studente, via dei Barberi), che ospita le mostre permanenti «Persecuzioni antiebraiche nella provincia di Grosseto nel 1943-44» e «Stragi nazifasciste nella provincia di Grosseto».
Per prenotare visite per le scuole: Isgrec, via dei Barberi 61, Grosseto; tel/fax 0564415219; e-mail isgrec@gol.grosseto.it.