Donne e conoscenza storica

 

 

Gender and the Private Sphere in Italy:
Home, Family and Sexuality

Association for the Study of Modern Italy Annual Conference.

Italian Cultural Institute, Belgrave Square, London.
22-23 November 2002.

This interdisciplinary conference aims to be a forum for debate
on the role of gender in the private sphere in 19th, 20th and 21st
century Italy, with a particular focus on the family and sexuality.
Whilst scholars from a number of disciplines have written in
variety of ways about the Italian family, an institution which has
often been depicted as particularly important in this national
context, the question of sexuality has been relatively neglected.
This conference hopes to attract papers that address innovative
questions about both of these themes. Proposals are invited on
any aspect of the role and development of the Italian family, on
changing notions of 'home' as a cultural, social and architectural
concept and on legislative, social and cultural ideas about
sexuality.

Topics for papers might include: changing concepts of
parenthood, fatherhood and motherhood; marital and family law;
state, religious and political attempts to shape and intervene in
the private sphere; history of birth control and abortion;
courtship, marriage and divorce; lesbian and gay identities; sex
education; adultery; prostitution and the sex trade; medical
interventions in the private sphere including the impact of new
reproductive technologies; changing spatial and architectural
notions of ?home?; the history of housework; illegitimacy, single
parent families, fostering and adoption; the role of kinship in
shaping historically shifting notions of personhood, morality and
identity; sexual science; pornography; censorship and morality
crusades; sexual abuse; sexual violence.

Offers of papers are invited from historians (C19th and C20th),
anthropologists, political scientists, sociologists and
cultural/film/media studies specialists. Those engaged in new and
innovative research are particularly encouraged to submit
proposals.

Abstracts of proposals plus a short CV should be sent to Dr Perry
Willson (Department of SELC-Italian, University of Edinburgh,
Scotland - P.R.Willson@ed.ac.uk) or Dr Paola Filippucci (Dept of
Social Anthropology, University of Cambridge, England -
pf107@hermes.cam.ac.uk).
Abstracts should be about 250 words in length, sent as an email
attachment, listing name, organisation, contact address, telephone
and e-mail address and should include the title of the proposed
paper. Although the conference focuses on Italy, all abstracts
must be in English. All papers will be given in English.

The deadline for the submission of proposals is 6th May 2002.
Proposers will be informed whether or not their paper has been
accepted by the beginning of June 2002.
It is envisaged that papers will last no longer than 30 minutes
(plenaries) or 20 minutes (panels) to allow time for discussion.


Paola Filippucci (Cambridge, UK)


UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI "ROMA TRE" - DIPARTIMENTO DI FILOSOFIA

UNA TELA DI TANTI COLORI

Gli incontri si svolgeranno alle ore 16.00 in via Manin (se non altrimenti specificato)

VENERDì 15 FEBBRAIO
ore 16.00 in VIA MANIN 53 all'UNIVERSITA' ROMA TRE RIPRENDE il Corso Una
Tela di Tanti colori con una tavola rotonda dal titolo
"La cittadinanza imperfetta"
INTERVERRANNO:
MARISA FORCINA, SARA CABIBBO e GINEVRA CONTI ODORISIO.

COLGO L'OCCASIONE PER RICORDARE CHE L' APPUNTAMENTO - CON LIDIA PROCESI E e
SIMONA ARGENTIERI NON SARA' IL 22 FEBBRAIO MA BENSI' MARTEDI' 5 MARZO

Ecco quindi il calendario prossimo
VENERDI' 15 FEBBRAIO LA CITTADINANZA IMPERFETTA
Ginevra Conti Odorisio La cittadinanza femminile nel pensiero di Harriet
Martineau
Sara Cabibbo La cittadinanza nei saperi
Marisa Forcina La cittadinanza femminile: mappe e percorsi

VENERDI' 1 MARZO SIAMO DONNE E UOMINI PARI E DIVERSI?
con Giovanna Providenti e Stefania Alotta, incontro-laboratorio che prevede
un lavoro di rielaborazione dei contenuti del corso con la partecipazione
attiva di tutti gli iscritti. Sono invitati a partecipare soprattutto gli
iscritti.

MARTEDì 5 MARZO PARI E DIVERSI NELLE DINAMICHE PSICOLOGICHE
con Lidia Procesi e Simona Argentieri

VENERDI' 8 MARZO Il ruolo internazionale della donna tra istituzione e
solidarietà
ALL' AULA MAGNA IN VIA OSTIENSE 234 (METRO MARCONI) FACOLTA' DI LETTERE E
FIOLOSOFIA - in occasione della GIORNATA DELLA DONNA SI SVOLGERà UN INCONTRO
DI RIFLESSIONE: il programma dettagliato vi verrà mandato in seguito, ma
intanto informo che alle 9,30 verrà probabbilmente proiettato il video sul
corso Una Tela di Tanti Colori, e alla fine dell'incontro verrà Barbara Musi
a proporre le DANZE AFRICANE.

VENERDI' 15 MARZO La differenza maschile
Marco Deriu Congedarsi dal patriarcato, abitare il desiderio
Michael S. Kimmel Come possiamo imparare a dialogare tra donne e uomini?
Alfredo Capone (titolo in via di definizione)


ULTIMO AVVISO: LA SOCIETA' ITALIANA DELLE STORICHE in collaborazione con la
BIBLIOTECA DI STORIA MODERNA E CONTEMPORANEA ORGANIZZA UN CICLO DI SEMINARI
su
DONNE DELL'ISLAM
ITINERARI DI LETTURA SULLA COSTRUZIONE SOCIALE DEL FEMMINILE
alla
Biblioteca di storia moderna e contemporanea
Via Michelangelo Caetani, 32 - Roma - 2° piano
(14 febbraio-23 maggio 2002)


Primo incontro: giovedì 14 febbraio, ore 17.00

Fatema Mernissi, L' harem e l'Occidente, Firenze, Giunti, 2000.
Edward Said, Orientalismo: l'immagine europea dell'Oriente, Milano,
Feltrinelli, 2001.
Introducono la discussione: Andreina De Clementi e Cristina Lombardi Diop


Secondo incontro: giovedì 7 marzo, ore 17.00
Andare ancora al cuore delle ferite: Renate Siebert intervista Assia Djebar,
Milano: La Tartaruga, 1997.
La schiavitu del velo: voci di donne contro l'integralismo islamico a cura
di Giuliana Sgrena, Roma, Manifestolibri, 1999.
Assia Djebar, Bianco d'Algeria, Milano, Il Saggiatore, 1998.
Introducono la discussione: Giulia Barrera e Francesca Koch


Terzo incontro: giovedì 11 aprile, ore 17.00

Marta Nussbaum, Diventare persone: donne e universalità dei diritti,
Bologna, Il Mulino, 2001.
Amartya Sen, Libertà individuale come impegno sociale, Roma - Bari, Laterza,
1998.
Amartya Sen, Le donne sparite e la diseguaglianza sociale, in Genere. La
costruzione sociale del femminile, a cura di Simonetta Piccone Stella e
Chiara Saraceno, Bologna, Il Mulino, 1996, pp. 143-156.
Marie-Aimée Hélie-Lucas, Strategie femminili nel mondo musulmano: la
risposta ai fondamentalismi, ibidem, pp. 281-314.
Introducono la discussione: Stefania Bartoloni e Francesca Declich


Quarto incontro: giovedì 23 maggio 2002, ore 17.00

Ayse Saraçgil, Il maschio camaleonte: strutture patriarcali nell'Impero
ottomano e nella Turchia moderna, Milano, Bruno Mondadori, 2001
Introduce la discussione: Simona Lunadei; sarà presente l'autrice.

Come potete vedere molti dei libri presentati in questi seminari sono stati
più volte citati al nostro corso. Consiglio quindi soprattutto agli
iscritti/e che desiderino scrivere la tesina su questo tema di frequentarli.



MARZO 2002

VENERDI' 1 MARZO SIAMO DONNE E UOMINI PARI E DIVERSI?
Laboratorio con Giovanna Providenti che prevede un lavoro di rielaborazione dei contenuti del corso con la partecipazione attiva di tutti gli iscritti.

VENERDI' 15 LA DIFFERENZA MASCHILE
Marco Deriu Congedarsi dal patriarcato, abitare il desiderio
Michael S. Kimmel Come possiamo imparare a dialogare tra donne e uomini?

VENERDI' 22 GIORNATA CONCLUSIVA E FESTA
Con l'intervento attivo e creativo dei partecipanti

Frontlines: Gender, Identity and War
School of Historical Studies, Monash University, Melbourne, Australia
12th - 13th July 2002

Keynote Speakers: Joanna Bourke and Joy Damousi

'Frontlines: Gender, Identity and War' is a multi-disciplinary
conference that will bring together researchers with an interest in the
social and cultural aspects of war. It will invite particularly an
exploration of the ways that national, cultural and personal identities
intersect at times of major upheaval. Discussions of migrant and
indigenous experiences of war will be encouraged as will papers that
take a comparative approach to the social and cultural aspects of
conflicts across time.

Organisers invite papers from all disciplines including the
Humanities,
Law, Science, Medicine and Nursing. We welcome papers from
postgraduate
students who wish to present their research in an international forum.

Sessions will include, but will not be restricted to, the following
areas:
* Literary representations of war
* War in film
* Indigenous experiences of war
* Outsiders at home: migrants and the war experience
* Women and War
* War and Masculinity
* War commemoration
* Shifting Boundaries - War, peace treaties and enforced national
identity
* Clinical War - contagious diseases, army hospitals, psychoanalysis
and
war neuroses
* War as Metaphor

All papers will be published on the web with the intention to publish a
selection of papers in an edited volume.
Speakers will be expected to give papers of 20 minutes with 10 minutes
question time.
Abstracts of no more than 200 words should be sent by 15th February
2002
to:

The Organising Committee,
Frontlines: Gender, Identity and War
School of Historical Studies,
Monash University,
Clayton 3800
Victoria
Australia

Or by email to:
Email: genidwar@arts.monash.edu.au

We will notify individuals of their paper's acceptance by early March
2002.

URL: http://www.arts.monash.edu.au/history/events/genidwar.html


2001-2002
Sguardo sulle differenze
Laboratorio di letture

Il laboratorio propone alla discussione delle partecipanti testi teorici, cinematografici e/o multimediali prodotti dalla cultura delle donne prende in considerazione sia i materiali frutto diretto della pratica politica degli anni Settanta, sia i più significativi interventi editi nei decenni successivi, tenendo conto di tradizioni e problematiche relative ai diversi ambiti geo-politici (area italiana, francese, inglese, americana, ecc.).
Le relazioni che introducono ogni incontro mettono a confronto gli sguardi di donne appartenenti a generazioni diverse.
La frequenza è aperta.

I linguaggi del femminismo e della psicanalisi
Sabato 1 dicembre 2001, ore 9 incontro spostato a data ignota
Visione e discussione di Tutto su mia madre di Pedro ALMÓDOVAR
Intervengono: Manuela Fraire, Monica Cristina Storini, Anna Succhiella

Sabato 15 dicembre 2001, ore 10
Discussione di: Lea MELANDRI, Una visceralità indicibile
Intervengono: Francesca Molfino, Silvia Moranti, Eleonora Carinci

Lunedì 21 gennaio 2002,ore 17
Discussione di: Silvia VEGETTI FINZI, Il bambino della notte
Intervengono: Maria Serena Sapegno, Giulia Ponsiglione, Valentina Bruno

Lunedì 25 febbraio 2002, ore 16
Discussione di: Rosi BRAIDOTTI, Dissonanze
Intervengono: Anna Maria Tagliavini, Sara Fortuna, Annalisa Perrotta

Corpo, silenzio, parola
Sabato 23 marzo 2002, ore 9
Visione e discussione di Lezioni di piano, di Jane CAMPION
Intervengono: Paola Masi, Anna Rita Simeone, Sonia Sabelli

Lunedì 29 aprile 2002, ore 17
Discussione di Patrizia VIOLI, L'infinito singolare
Intervengono: Giovanna Cosenza (?), Maria Antonietta Passatelli, Ilaria Falcetta

Lunedì 27 maggio 2002, ore 17
Discussione di Luisa MURARO, Maglia o uncinetto
Intervengono: Katrin Tamara Tenenbaum, Fabrizia Giuliani, Alessia Ronchetti

Nel mese di giugno 2002
Il laboratorio organizzerà la presentazione del libro di Rosi BRAIDOTTI, Metamorfosi

Sede degli incontri: Aula Seminario del Dipartimento di Studi romanzi
Referenti: Prof.a Maria Serena Sapegno (Mariaserena.Sapegno@uniroma1.it) - Dott.a Fabrizia Giuliani (Fabrizia. Giuliani@uniroma1.it) - Dott.a Monica Cristina Storini (Monica. Storini@uniroma1.it).
Dipartimento di Studi filologici, linguistici e letterari- Studio C- tel. 06/49913298