Donne e conoscenza storica

 

Donne e teatro

 

In questo sito :

Vivere Vivere Vivere, donne dai luoghi dei conflitti
di Maria Inversi


Quando il silenzio diventa voce
di Maria Inversi

Uno spettacolo di Maria Inversi
Antigone di Maria Zambrano
di Donatella Massara

Oggi voglio essere felice. Sabina Spielrein, Jung, Freud. Opera teatrale,testo e regia di Maria Inversi, 1999 (videoregistrazione)
di Donatella Massara


MARIA INVERSI, autrice e regista teatrale, è vissuta in alcune città italiane e straniere.

E' laureata in lingue e letterature straniere e diplomata in giornalismo. Ha frequentato i corsi di teatro presso la Sorbonne-Censier III, Parigi. Ha studiato tecniche recitative, acrobatica e danza con maestri italiani e stranieri.
In qualità di attrice è stata diretta da registi italiani e stranieri. Dal 1990 si dedica alla regia teatrale.
Trai suoi testi ha allestito: "Camille C…" segnalato nel Patalogo di Franco Quadri, Judith (Artemisia Gentileschi) menzione speciale Aquilegia Blu, Al di là del filo, la versione in VHS è stata finalista al festival internazionale di Bruxelles; Incontri segreti, racconti di Margherite Duras, Oggi voglio essere felice- Sabina Spielrein, Jung, Freud (1999), Symphoníai Medea (2000). Di autrici e autori contemporanei ha diretto: La voce umana (Jean Cocteau), Simone Weil di Ingeorg Bachmann, Quel ch'è vero da Ingeborg Bachmann, La Tomba di Antigone di Maria Zambrano, due versioni (1997-2002).
Ha insegnato presso scuole professionali di teatro e tenuto vari seminari per attori e danzatori professionisti. Ha tenuto a Pescara, tra il 1987 e il 1988, un seminario di trenta ore su Artaud e il Teatro contemporaneo. Nel 1987 organizza a Roma il primo corso di danza Butoh (Masaki Iwana).
E' stata direttrice artistica di alcune rassegne teatrali e del Teatro La comunità - Roma (1990-91).
I suoi spettacoli recensiti su quotidiani nazionali, riviste specializzate di teatro e d'arte, Rai e TV(reti nazionali) hanno circuitato in alcune città italiane e straniere presso teatri governativi, comunali e privati.
Ha organizzato convegni su Maria Zambrano (1997), Sabina Spielrein (1999-2000), sulla riscrittura dell'archetipo in Medea (2000), sulla Storia delle donne (2001) e nel mese di maggio 2003 "Futuro senza guerre, identità femminili nei conflitti".
E' stata invitata da Galassia Gutemberg (Napoli 2003) allo spettacolo "Oggi voglio essere felice-Sabina Spielrein, Jung, Freud" (presentato nel 1999 e 2000).
E' intervenuta in alcuni convegni e con pubblicazioni su "Il femminile a Teatro" tra cui: Edizioni Lavoro- Roma (Antigone e il sapere femminile dell'anima) a cura di Maria Inversi; Lindau-Torino a cura di Edda Melon (Duras Mon amour II); Città Aperta Edizioni-Troina a cura di Titti Danese e Maria Inversi (Medea, memorie di sangue - riscrivere l'archetipo attraverso il mito). E' articolista per l'inserto culturale di Conquiste del Lavoro Via Po; Oggidomani Anziani (fino al 2000), Leggere Donna.
Premi di scrittura: Al di là del filo (sul tema della guerra), premio Inner Wheel 2000, pubblicato con Ed. Borgia, Roma; Io no, Dio conta le lacrime delle donne (sulla violenza sessuale) ha ricevuto: menzione speciale drammaturgia del premio Flaiano 2000 e Aquilegia Blu (Torino) anno 2000 e primo premio "Piceno" anno 2003; Non voglio più ricordare (sulla violenza ai minori), primo premio Fersen anno 2003 sarà pubblicato su Editoria e Spettacolo; La violinista (sulla violenza fisica ai minori) quinto premio "Piceno" anno 2003; Un vestito azzurro, premio Inner Wheel 2003
Ha scritto inoltre: Un uomo senza ambizioni, Mascia
Alcuni racconti sono pubblicati in antologie di piccole case editrici.
Parla correntemente francese e inglese

Via Nomentana n. 875 - sc. C/6 - 00137 - Roma - Telefax 06.82.73.923 - cell. 338.942.41.43
e-mail: marinversi@libero.it