Donne e conoscenza storica

 

Women in Black

(a cura di Donatella Massara)


Traduco questa lettera pubblicata in
journal on line of feminist construction art, literature, social commentary, philosophy, wit, humor and respect
volume 4 numero 6
Pagina dedicata a The WTC Attack, Sep 11 2001
Commentary and Analysis


Tahira Khan: Ho pianto...ho riso...

La caduta di Kabul

by Tahira Khan
postata nel server della lista femminista domenica 18 Nov 2001

Cari tutti:
Sono stata appena intervistata da una rivista per dare il mio punto di vista e le mie impressioni sulla "Caduta di Kabul". Seguono alcune righe dal mio testo:

Ho pianto...non perchè i Taliban sono scappati da Kabul. Ho pianto non perchè l'Alleanza del Nord ha catturato Kabul.

Ho pianto... quando ho visto alla TV, giovani arabi "guerrieri santi" pakistani e arabi abbandonati dai talebani ed essere brutalmente uccisi dalla Alleanza del Nord. Ho pianto ...quando ho visto la povertà, l'ignoranza, la privazione personificata nelle loro facce.
Per che cosa erano qui? Chi li aveva motivati a lasciarsi dietro le loro famiglie a farsi umiliare da un'altra parte del mondo? Ho pianto...perchè non sono riuscita a sopportare esseri umani umiliati nelle mani di un uomo che ha costruito confini concettuali di cittadinanza e nazionalità.
Ho riso... quando ho letto di attiviste ONG delle donne afghane demandate dalle Nazioni Unite e dagli Stati Uniti e naturalmente dalla Alleanza del Nord per dare il dovuto spazio alle donne afghane nel nuovo ordine politico.

Ho riso ... per l'innocenza di queste attiviste. Non sanno da chi sono state demandate e per che cosa? Non sanno che senza fare cambiamenti strutturali nella costruzione socio-economica della società, ''strappata'' la rappresentanza politica delle donne, essa non porterà alcun cambiamento nelle vite comuni delle donne?
Non hanno imparato queste lezioni dall'esperienza del Pakistan, India, Sri Lanka, e Bangladesh dove le donne hanno spazio politico nel senso di posti riservati nel Parlamento e di donne primo ministro non se ne conta che una? Non sanno che l'induzione di poche donne, in secoli di vecchi sistemi politici patriarcali, non cambierà la struttura del sistema?

Ho riso... alla preoccupazione di Laura Bush per le privazioni delle donne afghane sotto i Taleban.

Ho riso ... per la sua ignoranza della situazione delle donne sotto il regime saudita, la dinastia del Kuwait e molti altri regimi mussulmani non democratici.
Non sa che le donne saudite sono private di molti diritti basilari incluso il diritto alla mobilità fisica. Non sa che le donne nell'Arabia Saudita non possono viaggiare da sole se non portando determinati documenti con loro e così pure che le donne non possono guidare? Conosce qualcosa di incidenti quale " Morte di una Principessa" ? O lei sa tutto di ciò e non vuole mostrare la sua preoccupazione perchè la dinastia Saudita/Kuwait è compagna degli USA?

E ho pianto... per il modo con il quale i mass media dell'Occidente hanno trascurato i positivi cambiamenti riguardanti i diritti delle donne e la loro condizione nei quali il secolare regime dell'Afghanistan si è portato avanti dal 1978 fino alla vittoria della santa alleanza religiosa guidata dagli Stati Uniti nel 1991.

Ho riso ... alla supersonica velocità con cui i media dell'Occidente hanno mostrato di scoprire l'esistenza delle donne Afghane come esseri umani.

Tahira Khan

feminista!
http://www.feminista.com/v4n6/index.html
vai a
http://www.ucolick.org/~de/WTChit/