Donne e conoscenza storica
     
L'archivio femminile per fare ripartire la storia
di Donatella Massara

Gli archivi di storia delle donne in lingua italiana

Profili di donne

(a cura di Marina Santini)

 

Le proprietarie degli archivi descritti in
Laura Melosi, Profili di donne. Dai fondi dell'Archivio Contemporaneo Gabinetto Vieusseux, Ed. di Storia e Letteratura, Roma 2001.


Irma Brandeis è di famiglia ebraica austro-boema. Nasce a NY., ha un'educazione letteraria, dal '32 insegna come instructor lingua e letteratura italina al Sarah Lawrence College per 10 anni.Passa le estati a Firenze dove incontra Montale nella biblioteca del Gabinetto Vieusseux. E' la Clizia
della Bufera.

Cristina Campo (sulla nota autrice si trova la biografia in rete)

Leonetta Cecchi Pieraccini nasce a Poggibonsi nel 1882; abita nello stesso palazzo di Giovanni Fattori, prende lezioni di disegno dalle sorelle Sartoni. La famiglia si trova in difficoltà finanziarie. Si dedica alla ritrattistica,alle vedute paesaggistiche e al restauro. Conosce Emilo Cecchi e corre un fitto epistolario, lo sposa nel 1911. Espone alle internazionali romane della Secessione '14, '15,'16 ecc.

Emma Ciabatti Corcos nasce nel 1859, moglie del pittore Vittorio Corcos. si interessa di letteratura e pedagogia. Scrive di notte "quando tutti dormono". C'è un carteggio con Pascoli (1897-1910) che le dedica L'ora di Barga (1900).

Bona Gigliucci fa parte del coté anglo-fiorentino. Le carte offrono uno spaccato della società dell' 800-900 e della 1a guerra mondiale

Amicie de Larderel, Bianca di Mirafiore, Maria Bianca Viviani della Robbia
Sono tre generazioni di donne di una famiglia franco-italiana che apre con il 1824 un pezzo di storia napoleonica nel granducato di Toscana; con il 1913 entrano nella sfero del Marzocco rivista alla quale la Viviani collabora. Si occupa della raccolta fondi per le truppe nel 1915. Nel 1921 Viviani fonda
la società Amici del libro con una sala di lettura e consultazione nel proprio
palazzo. Ama i viaggi e si reca in Oriente e in America.

Alis Levi (Manchester 1884) il padre era a capo di una tribù berbera. La figura della madre è determinante per la figlia. Di lei sono rimasti disegni e punte secche. Con i primi del '900 annota pensieri e riflessioni sull'arte. Conosce in Toscana il pianista Levi. Il loro salotto è ricercato e lo frequentano Hemingway, Ravel, Casella, Respighi, Bontempelli,
Pound, Casorati. I coniugi Levi frequentano il Vittoriale di D'Annunzio.
Alis espone alla Biennale del 1907.

Clotilde Marghieri nasce a Napoli nel 1897. Nel salotto napoletano della sua famiglia frequenta Matilde Serao, Giustino Fortunato e Croce. Collabora con vari giornali poi si dedica ai romanzi.

Lina Moro è una poeta e collabora alla Rassegna mensile d'Israel dal 1932

Dorothy Nevile Lees inglese d'origine è dal 1903 in Italia. Traduce e
collabora con giornali. Conosce Gordon Craig e ha una relazione che le darà un figlio, lui era stato scenografo della Duncan e poi della Duse. Durante la 2a guerra mondiale coopera per aiutare i feriti inglesi.

Paola Ojetti figlia di Ugo, traduce tutto Shakespeare, fa conoscere la
Blixen in Italia

Marija Olsuf'eva è traduttrice di russo; su di lei e il suo archivio vedi la pubblicazione delle Edizioni di Storia e Letteratura di cui abbiamo parlato.

Laura Orvieto d'origine ebraica nasce nel 1876. E' scrittrice per l'infanzia. Dopo il 1938 sono ritirati i suoi libri che si vendono clandestinamente. D
opo la guerra dirige La settimane dei ragazzi.

Emma Parenti di lei c'è solo l'elenco dei documenti

Angelica Pasolini dall'Onda 1854) tiene salotto, traduce Il libro della
giungla


Adriana Pincherle è la sorella di Alberto Moravia ed è pittrice.

Dolores Prato è la scrittrice che acquistò notorietà con Giù la piazza c'è nessuno e con l'autobiografia elaborata per anni e pubblicata quando lei era novantenne

Anna Proclemer è l'attrice di teatro notissima che ha ceduto il suo archivio personale al Gabinetto Vieusseux

Antonietta Raphael è la pittrice lituana connazionale di Marc Chagall. Nel 1925 frequenta l'atelier del pittore Mario Mafai e poi lo sposa. Espone dal 1929, si dedica alla scultura e nel 1950 espone alla Biennale di Venezia

Lala Sarsowsky Finlandia 1907 mezzo soprano negli anni 50 apre una scuola