Donne e conoscenza storica
         

torna indietro

Festival Internazionale della regia femminile SGUARDI ALTROVE a Milano 12a edizione
Diario 4
25 febbraio

 

Sguardi Altrove allo Spazio Oberdan (v. Vittorio Veneto 2- Milano) Calendario delle proiezioni:
22 - 2 p.1, p.2-
23
-2 - 24 -2 - 25 -2 - 26
-2

27-2
al Cinema Gnomo
v. Lanzone 30 Milano
1-3 - 2-3 - 3-3 - 4-3 - 5-3 - 6-3

In questo sito:

Film e storia al Festival Sguardi Altrove a Milano 2003.
Commenti
Le registe in Sguardi Altrove - Catalogo X edizione

Alcuni film dell'edizione 2002-2001

 

 

Venerdì troviamo un film nel primo pomeriggio che più che bello è intraprendente e originale Il terzo Occhio di Susanna Nicchiarelli in gara per il Concorso Italia. Lei è una regista che ha alle spalle molti studi di filosofia prima del diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia. Questo film è stato girato con una troupe tutta femminile come dice la regista <<per ricreare l'atmosfera>> degli incontri fra donne. Fra le attrici la madre della regista che dice tante cose sagge, lei stessa e la sorella con altre amiche.

Hector di Gracia Querejeta, spagnola, ha vinto in maggio 2004 il primo premio per il miglior lungometraggio e anche per la migliore attrice al Festival di Malaga. La regista è nata nel 1964; una pagina completa sul film e la regia si trova in spagnolo sul sito di zinema.com

Nello stesso giorno prevalgono i film dedicati al Medio Oriente. Interessante e forte è Good Times di Dalia Castel (presente nel 2003 con il documentario Nella bolla). Invece del muro che vediamo in Le Mur di Simon Bitton, un colosso che è già operativo qui lo sguardo lavora sul periodo che ha preceduto la costruzione di quello e questo muro è un provvisorio divisorio dove arabe e arbi scavalcano tranquillamente con il tacito consenso dei soldati israeliani. La bizzarra bonomia alternata a momenti di improvvisa recrudescenza del controllo e del conflitto è commentata da una pacifista ebrea che ci accompagna nel film. Una pellicola preziosa e curiosa perchè non è famosa e lavora su materiali che forse dovrebbero sparire perchè la storia prosegua dritta sui suoi tracciati previsti e predisposti.

Private Investigation di Ula Tabari la vedrà presente con Maria Nadotti. Il film è molto conosciuto e parla degli arabi israeliani e della loro storia e di come affrontano la storia del loro paese che non è più la Palestina. Commenta il film Filippo Del Lucchese sul sito di Jura Gentium. A seguire il già visto Arna's Children di un regista ebreo ma palestinese per parte di padre che nel film ricorda e racconta la figura di Arna, sua madre. Una recensione al film sempre sul sito di Jura Gentium di Stefania Maffeis

continua