Donne e conoscenza storica
     

 

Festival Internazionale della regia femminile SGUARDI ALTROVE a Milano 12a edizione
Diario 3
24 febbraio

 

Sguardi Altrove allo Spazio Oberdan (v. Vittorio Veneto 2- Milano) Calendario delle proiezioni:
22 - 2 p.1, p.2-
23
-2 - 24 -2 - 25 -2 - 26
-2

27-2
al Cinema Gnomo
v. Lanzone 30 Milano
1-3 - 2-3 - 3-3 - 4-3 - 5-3 - 6-3

In questo sito:

Film e storia al Festival Sguardi Altrove a Milano 2003.
Commenti
Le registe in Sguardi Altrove - Catalogo X edizione

Alcuni film dell'edizione 2002-2001

 

 

Giovedì la giornata si apre con i corti dei due concorsi. tutti molto interessanti, in particolare segnalo -per chi non l'avesse ancora visto- Di madre in figlia di Fabiana Sargentini.

Per il Concorso internazionale in anteprima italiana c'è un hit del box office egiziano The Best Time (vai alla recensione) della giovane regista Hala Khalil. Un film del 2004 che segna il passaggio della new wave egiziana dedicata al dramma sociale. E' la storia di una donna che perde la madre e abbandonato il patrigno nei quartieri di lusso del Cairo torna a vivere nei luoghi dell'infanzia. Così recitano le sinossi. In realtà il film è molto più complicato forse troppo.

Fuori concorso sarà presentato Italia 70. regia di Max Croci e realizzazione di Miranda Bevilacqua. Il film parla del genere cinematografico tipicamente 'maschile' di film sulla malavita, quelli della serie titolata Milano armata, Roma armata, Torino armata e via dicendo. In quegli anni chi andava al cinema pensando di intendersene non andava a vederli non così Quentin Tarantino che li ha visti e ne ha tratto ispirazione nonchè fortuna.

Per il Concorso Internazionale è la volta di Moufida Tlatli, nota regista araba, che dopo La saison des hommes, il bellissimo film tunisino che avevamo visto nel 2001 a Sguardi Altrove, esce con questo nuovo film Nadia et Sarra, 2004 (vai alla recensione).
Una bella scheda dedicata alla regista sul sito della Circola Alice Guy
. Una sinossi del film sul sito del Festival del cinema Mediterraneo di Montpellier (27a ed.)

continua