Troppo affetto "rovina" gli animali domestici

L'affetto eccessivo dei padroni verso i loro animali domestici provoca seri disturbi nel comportamento di questi ultimi. Sono le conclusioni di un recente studio francese. Jean-Pierre Digard, direttore del centro nazionale della ricerca scientifica nazionale (CNRS) afferma infatti che gli animali non sono trattati come tali, ma come dei "peluche" da accarezzare e soprattutto sono visti come portatori di comportamenti umani, che non possiedono per nulla. Le conseguenze sono nocive per gli animali, che diventerebbero eccessivamente aggressivi, come se subisssero un vero e proprio maltrattamento. Dal punto di vista animale, quindi, la cosiddetta "pet-therapy" sarebbe una tortura.

Per leggere le conclusioni di Digard, si legga il seguente articolo in francese.