Di che sesso è la ricerca?

Ci sono scienziati che amano abbastanza la propria disciplina da non volerla privare dell'intelligenza delle donne. Ma sono ancora troppo pochi. Le cifre della discriminazione nel mondo della ricerca sono sotto gli occhi di tutti. Ora il ministro europeo della ricerca Edith Cresson, ha aperto un ufficio chiamato a occuparsi proprio del mancato inserimento delle donne nella scienza. Un problema di democrazia ma anche di economia: che senso ha infatti investire sulla formazione delle ricercatrici se poi il loro talento è svalutato e sottoutilizzato?

Così inizia il Dossier su Donne&Scienza della rivista online Galileo, composto da cinque articoli scritti sia da ricercatrici sia da giornaliste. Lo trovate nell'archivio (maggio/giugno 2001).
Sempre da Galileo, segnaliamo nell'archivio, un altro interessante dossier sull'argomento dell'ottobre/dicembre 1998.