Informatica umanistica

http://129.177.211.69/hi/Espen/HI.html

 

Espen Aarseth, docente all'università di Bergen, è uno dei maggiori studiosi di ipertesti e del rapporto tra scrittura e tecnologie dell'informazione.

Nel suo saggio The Field of Humanistic Informatics and its Relation to Humanities dà una definizione della cosiddetta "informatica umanistica" e disegna la rete delle relazioni che questa intrattiene con gli studi umanistici tradizionali, a partire - in una prospettiva storica - dai primi progetti di utilizzo dei computer negli studi letterari (1949: la ricerca delle concordanze in Tommaso d'Aquino per opera di padre Roberto Busa) fino ai conseguimenti più avanzati (tra gli altri campi) della linguistica informatica, della filologia digitale, della traduzione automatica, dei metodi d'insegnamento computerizzati.