Verri e Beccaria: due classici attuali

http://www.fausernet.novara.it/fauser/biblio/index023.htm http://www.fausernet.novara.it/fauser/biblio/index024.htm

Ci sono argomenti che - purtroppo - non hanno mai perso di attualità, come il dibattito sulle condizioni carcerarie o sulla tortura e la pena di morte. Per questo vale la pena di leggere anche i testi scritti più di due secoli fa, soprattutto se di osservatori acuti come Pietro Verri e Cesare Beccaria.
I testi che vi proponiamo sono pubblicati in versione digitale dall'I.T.I.S. Fauser di Novara, che raccoglie anche altre opere classiche, commentate a cura del Prof. G.Bonghi.
Il primo indirizzo corrisponde alle Osservazioni sulla tortura del Verri, che prendono spunto dalla cronaca della pestilenza che devastò Milano nel 1630 e dal processo che si concluse con la condanna a morte di Giangiacomo Mora e molti altri acccusati come untori.
Il secondo conduce alla celebre opera di Beccaria, Dei delitti e delle pene.