Verne, un visionario incompreso

http://www.pourlascience.com/numeros/pls-236/art-1.htm

Per scoprire Verne e la sua assoluta modernitą, lasciatevi condurre nelle pagine di questo ipertesto, a cura di Arthur B. Evans e Ron Miller. Moltissimi i percorsi di lettura, a partire dalle sue opere, o dai film che ne sono stati tratti, o ancora dalle intuizioni scientifiche che altri, nella realtą e non nella fantasia, hanno sviluppato: William Beebe (creatore e pilota della prima batisfera), Richard Byrd (pioniere delle esplorazioni nell'Antartico), Yuri Gagarin (il primo uomo nello spazio) e Neil Armstrong (primo astronauta che calpestņ il suolo lunare). L'articolo, perchč di questo si tratta, della rivista Pour la Science, prende spunto da un inedito solo di recente pubblicato, "Paris au XXe sičcle" (in italiano tradotto da Newton Compton), in cui Jules Verne, descrivendo le meraviglie scientifiche del futuro, propone una riflessione sui pericoli e le insidie della scienza e della tecnica.
Ma questo č solo lo spunto iniziale per rileggere l'intera opera dell'autore, dall'esordio alla scrittura, incoraggiato dai Dumas, padre e figlio, alle prime opere scritte dopo un lungo lavoro di documentazione scientifica, sino alla fama e alla celebritą.