Amélie Nothomb

http://www.multimania.com/fenrir/nothomb.htm


Amélie Nothomb è una giovane scrittrice che si è imposta fin dall'apparire del primo romanzo, Igiene dell'assassino, pubblicato in Francia nel 1992 e tradotto in Italia nel 1997. In realtà Amélie aveva cominciato a scrivere molto prima e a 33 anni è arrivata ad accumulare ben 37 romanzi. Il materiale l'aveva raccolto dalle numerose letture e dalle proprie migrazioni in diversi paesi del mondo come figlia di un ambasciatore belga. Nata in Giappone, ha vissuto in Cina, a New York, in Bangladesh e in Laos prima di stabilirsi a Bruxelles, dove vive tuttora.
"Favole crudeli" sono stati definiti i suoi libri, pieni di una sottile autoironia che sa arrivare fino al sarcasmo. Uno diverso dall'altro, spaziano dai ricordi della sua infanzia in Cina al tentativo di tornare in Giappone come impiegata di una grande multinazionale, a opere dall'andamento teatrale come, appunto, Igiene dell'Assassino, da cui sono state tratte già due riduzioni teatrali.
Per conoscere questa scrittrice singolare, il punto di partenza migliore è questo sito francese, che propone una sezione biografia, brani tratte dalle sue opere e interviste.
I primi libri tradotti in italiano sono usciti per le edizioni Voland, che mantengono alcune pagine sulla Nothomb e propongono la vendita online dei suoi libri: http://www.amelienothomb.com/