Borges ospite di Amleto

http://www.hum.au.dk/romansk/borges/borges.htm

E' noto che il sommo scrittore argentino - innamorato della cultura scandinava, in particolare delle antiche saghe con le loro cupe mitologie - adorava "le parole con cui l'aspro Nord cantò i suoi mari e le sue spade".
Un amore ricambiato, a giudicare dal sontuoso sito del Jorge Luis Borges Center for Studies, creato dall'università danese di Aarhus.
Il Centro conta sul contributo di oltre trecento ricercatori, che studiano l'opera di Borges dai più disparati punti di vista: critica letteraria, filosofia, mitologia comparata, semiotica, linguistica, storiografia, narratologia, ecc.
Le diverse sezioni del sito (che ha tre versioni: inglese, francese e spagnolo) informano sulle attività del Seminario Permanente e della Cattedra Borges (occupata a rotazione da visiting professor provenienti da università di tutto il mondo).

I curatori danesi rivendicano il vantaggio d'un punto di vista "neutro", in grado di evitare qualsiasi condizionamento "ideologico", ma un simile distacco rischia di essere scambiato per "freddezza accademica" dai fan di Borges, ai quali riuscirà forse più gradita la visita del sito argentino della Fundacion San Telmo (http://www.fst.com.ar/homeing.htm), che ospita i materiali della Collecion Jorge Luis Borges: manoscritti, lettere, fotografie originali, riviste e pubblicazioni, videotape e altri documenti, tutti digitalizzati e in parte disponibili sulle pagine del sito (la versione digitale integrale è pubblicata nei cd-rom "La Biblioteca Total" e "Jorge Luis Borges: Bibliografia Completa").
Di notevole interesse la sezione biografica (http://www.fst.com.ar/resenia.htm) e la bibliografia illustrata delle prime edizioni (http://www.fst.com.ar/bibliogr.htm), corredata da copertine d'epoca oggi introvabili..

Curiosità sulla Biblioteca di Babele...