La Beat Generation

http://www.charm.net/~brooklyn/LitKicks.html

Il gruppo di poeti e scrittori che si riunì intorno al Greenwich Village negli anni 40-50, girando l'America alla ricerca di una nuova filosofia che unisse jazz e buddishmo, emozione e trasgressione, era soprattutto un gruppo di amici e le loro vite, così come le loro opere, sono strettamente intrecciate. Forse Corso non sarebbe mai diventato famoso se non avesse incontrato Allen Ginsberg e non gli avesse fatto leggere le poesie scritte in prigione; Neal Cassady, per contro, uno dei principali ispiratori del gruppo e protagonista di molti libri, a partire da "Sulla strada" di Keruac, non pubblicò nulla finché fu in vita.
Molti aneddoti sui protagonisti della Beat Generation sono noti ai loro fan perché divulgati da loro stessi e dai numerosi libri scritti su di loro, ma chi volesse ripercorrere le tappe della loro storia troverà molto da leggere in questo sito, uno dei più vecchi e tuttora fra i più ricchi e interessanti, curato da Levi Asher.
Si presenta con una veste grafica non ricercata, senza un vero indice, ma in compenso con un gran numero di collegamenti interni che potranno trattenervi per parecchio tempo tra le varie pagine dell'ipertesto. Non mancano curiosità inedite, come un'intervista con John Cassady, uno dei figli di Neal e Carolyn http://www.charm.net/~brooklyn/JCI/JCInterview.html; e una bella sezione di testi, dove troverete parecchi estratti delle opere più famose e qualche poesia in versione integrale, tra cui la famosissima "Bomba" e "Marriage" di Gregory Corso.