Nativi americani

 

 

 

I fotografi dell'Ottocento e dei primi del Novecento documentarono in abbondanza lo stile di vita dei nativi americani. In realtà pare che agli indiani piacesse essere fotografati.

Una serie di ritratti di grandi capi indiani ci mostra foto del famoso e temuto Geronimo nelle sue vesti di capo indiano Apache con fucile alla mano, quasi volesse dare il fatto suo al fotografo, altre ce lo mostrano in abiti europei e incravattato…

L'occhio attento di Edward Curtis (soprannominato "Shadow Catcher", cacciatore d'ombre) immortalò Nuvola Rossa, Chief Joseph, Medicine Crow, di cui restano immagini dai toni caldi e dorati. Il sito dedicato a Curtis e alla sua attività di fotografo tra gli indiani segnala ulteriori risorse web disponibili, di grande interesse per approfondire la tecnica, la biografia o anche semplicemente per vedere un numero maggiore di fotografie di Curtis.

Nel 1898 fu tenuto a Omaha nel Nebraska l'Indian Congress, sotto la supervisione del capitano Mercer. Vi parteciparono circa cinquecento rappresentanti di trentacinque tribù. Lo scopo dei promotori (la Commissione degli Affari Indiani del Segretariato degli Interni) era quello di mostrare lo stile di vita, la cultura e le attività produttive degli Indiani, che quindi presenziarono al Congresso riproducendo la loro vita domestica e sociale in loco.
Il Congresso sembrò sancire una nuova stagione di consolidamento dei rapporti tra la società bianca e i nativi, a soli trent'anni dai sanguinosi scontri intercorsi tra i due schieramenti. Leggendo il report del capitano Mercer, però, ci si fa un'idea del suo punto di vista sul processo di avvicinamento: una prospettiva decisamente "bianca".
Il sito ospita la vasta collezione fotografica realizzata durante l'esposizione da F. A. Rinehart. Tra le cinquecento foto ci sono molti ritratti dei partecipanti al Congresso.

Un'altra estesa raccolta (duemila trecento immagini) è presente sul sito di American Indians of the Pacific Northwest, dove i materiali sono organizzati per soggetti, luoghi e fotografi.


Return

 
vai all'indice