Invisibile Africa

Diritti negati, alla salute e a una vita dignitosa, emergenza Aids, ma anche solidarietà e cooperazione per lo sviluppo, sono i temi della mostra fotografica "Invisibile Africa. Un privilegio difficile", allestita da Cuamm-Medici con l'Africa a Massa Marittima, nell'ambito della decima edizione del Toscana Foto Festival. La mostra fotografica rivela un'Africa invisibile, troppo spesso dimenticata, purtroppo, l'Africa più vera. Quella di chi soffre, di chi ha bisogno di aiuto. 50 scatti in bianco e nero, che il fotografo Enrico Bossan ha raccolto in Angola, Uganda e Mozambico.
Cuamm-Medici con l'Africa è un'organizzazione che da oltre cinquant'anni opera con grande impegno, e senza clamore, proprio là dove c'è più bisogno. Medici, infermieri, tecnici, psicologi, presenti in paesi tra i più poveri dell'Africa e del mondo: Angola, Etiopia, Mozambico, Rwanda, Tanzania, Uganda. Volontari che si mettono ogni giorno al servizio del prossimo, che ogni giorno si scontrano con la dura realtà di un'Africa malata che con dignità e coraggio cerca una via di speranza. In Italia sono impegnati a formare nuovi medici pronti a partire e a "dare voce" all'Africa, denunciando i suoi drammi.